rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022

Guerra in Ucraina e Covid, la resistenza degli artigiani: "Aumentati i costi di utenze e materiali, viviamo alla giornata"

Caterina Zucchi, artista del vetro, spiega le difficoltà contingenti alla pandemia e al conflitto: "Difficile reperire materiali e far fronte all'aumento dei costi"

L'aumento delle utenze e gli effetti della guerra in Ucraina si ripercuotono, tra i tanti settori già colpiti dalla pandemia e adesso dal conflitto, anche sugli artigiani locali. Una situazione che ben descrive a LivornoToday Caterina Zucchi, maestra artigiana nella lavorazione del vetro che nella tecnica a cannello ha trovato gli strumenti ideali per portare avanti una sua personale ricerca. Dal 2004 ha aperto a Livorno il laboratorio/showroom Studiozero-vetro, spostandosi per lavoro in Germania, Scozia, Giappone, Corea del Sud, Turchia, Usa e molti altri Paesi dove i suoi oggetti sono apprezzati. "Devo acquistare alcuni colori ma mi hanno detto che molte fonderie di Murano hanno spento le fornaci - spiega Caterina -, tutto questo per colpa dell'aumento dei costi delle bollette che ha portato anche i grandi maestri di Murano a spegnere i forni".

Caterina Zucchi, da Livorno alla Biennale turca con i suoi gioielli di vetro

"Gli aumenti sono iniziati ad Agosto 2021 - spiega Caterina -, gas e luce su tutto, e adesso si riflettono anche sui materiali che uso per creare i miei gioielli. Ho saputo che la fabbrica di Murano ha fermato la produzione del vetro e spento i forni. Come loro anche molti maestri artistici hanno spento le fornaci e smesso di produrre e non si sa quando riaccenderanno i forni. E non è questo l'unico problema, ad esempio l'ossigeno è diventato più difficile da reperire e le consegne spesso sono in ritardo".

"Dopo due anni di pandemia - continua Zucchi - sto facendo lo slalom per potere lavorare con criterio e bene. La guerra? Inciderà sia a livello emotivo che pratico. Al momento sto lavorando soprattutto per i rivenditori italiani ed esteri perché i turisti non ci sono. Sinceramente non so cosa aspettarmi dal futuro perché ogni settimana è diversa: vivo alla giornata, l'unica cosa che spero è che la situazione migliori per tutti".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Guerra in Ucraina e Covid, la resistenza degli artigiani: "Aumentati i costi di utenze e materiali, viviamo alla giornata"

LivornoToday è in caricamento