rotate-mobile
Sabato, 24 Febbraio 2024
Cronaca Fiorentina / Viale Ippolito Nievo

Circuito Rc Gymnasium, chiude la pista di microracing. Il gestore: "Troppi costi e pochi soci, non riesco ad andare avanti"

L'ultima gara amatoriale il trofeo di Natale, poi Valerio Paoletti ha deciso di chiudere i cancelli. "Ormai non riusciamo a rientrare nelle spese: è un hobby costoso soprattutto all'inizio ed è difficile attirare nuovi appassionati"

La bandiera a scacchi non sventolerà più, Almeno sotto l'egida della Rc Gymnasium Livorno, l'associazione presieduta da Valerio Paoletti che, prima con babbo Paolo alla guida e ancora precedentemente con Roberto Santoro, per quarant'anni ha gestito il circuito per modelli rc telecomandati di viale Ippolito Nievo. Paoletti ha infatti deciso di chiudere i cancelli dell'autodromo livornese - o meglio riconsegnare le chiavi al Comune, proprietario dell'impianto -, non riuscendo più, per sua stessa ammissione, a sostenere le spese che, tra affitto e costi di gestione (utenze e manutenzione ordinaria), ammontano a circa 8mila euro all'anno. "A malincuore siamo costretti a lasciare - racconta Paoletti a LivornoToday -, non avrei mai voluto farlo ma non rientriamo più nei costi e andare avanti sarebbe stata uan rimessa per me insostenibile".

47085003_1799380906837839_8345582430672912384_n

"La colpa non è di nessuno - continua - non ce l'ho con l'amministrazione comunale, anche se altri impianti in Italia sono dati in concessione in comodato d'uso gratuito. La verità è che anche con un affitto a simbolico non riusciremmo a portare in pari il bilancio. Ormai sono rimasti meno di venti soci e la tessera annua tra i 100 e i 150 euro, o i biglietti giornalieri non consentono di coprire i costi. La nostra è un'associazione senza guadagni, tutto quello che abbiamo incassato lo abbiamo sempre reinvestito rifacendo l'asfalto della pista, i cordoli, curando il verde e gli spazi dietro la palestra".

Adesso, si procederà con un nuovo bando e, consderata la difficoltà del settore, non è escluso che sia rivista la concessione. "Non voglio fare certo l'elemosina al Comune - conclude Paoletti -, il problema è che il modellismo dinamico è un hobby costoso, soprattutto all'inizio, che richiede tempo e dedizione. Ormai la società è cambiata, si cerca di passare il poco tempo a disposizione a casa con la famiglia e attrarre nuovi appassionati è sempre più difficile. Purtroppo non c'è stato un ricambio generazionale, un peccato perché questa pista ha ospitato importanti gare nazionali e tanti trofei amatoriali che in passato hanno richiamato l'attenzione di un buon pubblico, con tante famiglie e bambiniMi piange il cuore ma purtroppo non abbiamo davvero altra scelta.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Circuito Rc Gymnasium, chiude la pista di microracing. Il gestore: "Troppi costi e pochi soci, non riesco ad andare avanti"

LivornoToday è in caricamento