Avr, incontro tra amministrazione e sindacati: "L'azienda è operativa, prosegue il dialogo per l'internalizzazione"

Gli assessori Simoncini e Cepparello rassicurano i lavoratori dopo che la ditta è stata messa in amministrazione giudiziaria per "rapporti con la 'ndrangheta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte del Comune di Livorno riguardante un incontro tra il sindacati e l'amministrazione sul futuro di Avr. 

Incontro urgente richiesto dai sindacati Cgil Funzione Pubblica, Fit-Cisl Federazione Italiana Trasporti, Uil Trasporti Livorno e Fiadel questa mattina a palazzo comunale per affrontare la questione Avr, l'azienda che per conto di Aamps provvede ad una serie di servizi collaterali e che attualmente risulta in amministrazione giudiziaria. A ricevere i sindacati, mossi dalla preoccupazione del fatto che l'azienda sia stata sottoposta ad amministrazione controllata, sono stati gli assessori Gianfranco Simoncini e Giovanna Cepparello. Presenti all'incontro anche rappresentanti di Aamps e di Avr.

"Aamps si è subito mossa per ricevere garanzie in merito – ha dichiarato l'assessore Gianfranco Simoncini – e risulta che il provvedimento emesso dal Tribunale di Reggio Calabria, nei confronti di Avr, non incide in alcun modo sull'operatività  e sulla continuità dell'attività aziendale. Nei confronti della società non sono state adottate né misure interdittive né misure conservative del patrimonio e la stessa continuerà ad essere gestita  ed amministrata dal consiglio di amministrazione in carica. Non solo, ogni misura adottata dalla società viene affiancata dal controllo da parte del Collegio degli amministratori Giudiziari; ciò significa, come già ho avuto modo di dire, che ci sarà più sicurezza per i dipendenti  e per la stessa Aamps dato che ogni atto verrà, appunto, verificato dall'amministrazione giudiziaria. Avr è pienamente operativa – ha assicurato Simoncini – ed il provvedimento cautelare non sottopone la società a vincoli per partecipare a gare  ed a concorrere a procedure ad evidenza pubblica". 

Indipendentemente da ciò, nel corso dell'incontro Simoncini ha ribadito, di fronte alle richieste del sindacato, la disponibilità ad una internalizzazione in Aamps dei servizi oggi svolti da Avr prima della confluenza in Rete Ambiente; a tale proposito è stato ricordato il percorso già attivato in consiglio comunale che potrebbe portare a breve all'approvazione di una mozione, che nel rispetto del contratto in essere tra Avr ed Aamps, si indirizzi proprio in tal senso. 

Da parte dell'Azienda Avr è stato fatto presente che il pagamento degli stipendi è in regola già da diversi mesi e che da marzo sono rispettati mensilmente gli obblighi derivanti dalla trattenuta del quinto dello stipendio così come il versamento  delle trattenute sindacali; vi è stato inoltre un sostanziale recupero per quanto riguarda i buoni pasto.

Le organizzazioni sindacali hanno chiesto all'azienda di procedere rapidamente nella regolarizzazione dei trimestri scaduti per quanto riguarda il pagamento dei fondi pensionistici, dopo gli interventi effettuati a fine anno a seguito di un precedente incontro con l'amministrazione comunale. A tale proposito la società Avr si è impegnata ad operare in tal senso. 

Rettifica Avr: nessun sequestro per l'azienda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento