Ingerisce una decorazione natalizia e rischia di soffocare, salvata bimba di 13 mesi

La madre, al telefono con il personale del 118, ha eseguito alcune manovre sulla figlia che le hanno permesso di tornare a respirare

foto di archivio

La prontezza di riflessi di una madre e il supporto telefonico del personale del 118 hanno impedito il consumarsi di quella che sarebbe stata una vera e propria tragedia. Una bambina di 13 mesi, infatti, nella mattina del 9 dicembre, ha accidentalmente ingerito una piccola decorazione natalizia di gomma e, subito dopo, ha iniziato a diventare cianotica e a respirare male. La madre, accortasi di quanto fosse appena accaduto, ha subito chiamato il 118 dove il personale, che ha immediatamente inviato sul posto un'ambulanza della Croce Rossa, è rimasto in linea con la donna spiegandole le manovre da fare per permettere alla figlia di tornare a respirare. Un intervento provvidenziale visto che la situazione, pochi secondi dopo, è tornata alla normalità. La piccola comunque è stata visitata dal medico del 118 arrivato con un mezzo della Svs, ma non è stata portata al pronto soccorso visto che è stato accertato che le sue vie respiratorie erano libere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il racconto di un volontario: "Abbiamo forzato il portone per riuscire a raggiungere l'abitazione"

I primi ad arrivare sul posto sono stati i volontari della Croce Rossa che, pur di riuscire a prestare soccorso alla piccola, hanno forzato il portone d'ingresso dello stabile da cui era partito l'allarme: "Abbiamo dovuto aprirlo con delle spallate - il loro racconto - perché era bloccato e neanche i condomini riuscivano a darci una mano. Ci dicevano solo di sbrigarci perché c'era una bambina che rischiava di soffocare. Fortunatamente, quando siamo arrivati nell'appartamento in questione, la situazione era tranquilla grazie all'intervento della madre che, in linea con il 118, ha salvato la vita alla figlia. Una volta capito che la piccola non era più in pericolo di vita abbiamo tirato un bel sospiro di sollievo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento