rotate-mobile
Cronaca Campiglia Marittima

Venturina, in migliaia alla fiaccolata per il 12enne ebreo aggredito: "Episodio vergognoso che non deve ripetersi". Video

Istituzioni, associazioni di volontariato e cittadini si sono stretti attorno alla famiglia del giovane

Esponenti delle istituzioni, associazioni di volontariato e cittadini. Erano in migliaia ieri, giovedì 27 gennaio, al Parco della Rimembranza di Venturina in occasione della fiaccolata della memoria per il 12enne ebreo vittima di una ignobile aggresione antisemita da parte di due ragazzine quindicenni. Tutti hanno voluto dimostrare la propria solidarietà al giovane e fargli capire che Venturina, ma più in generale l'Italia, non ha nulla a che fare con quanto accaduto. 

"Ringrazio tutti per la grande partecipazione - le parole del sindaco Alberta Ticciati -. Quelli passati sono stati momenti momenti per me, la comunità e le famiglie coinvolte in quanto accaduto. Il fatto che siete presenti in migliaia rappresenta sicuramente un bel e giornate. Adesso serve costruire un percorso di riparazione per la ferita subita e vogliamo, fin da subito, riuscire ad andare oltre quanto accaduto". 

"Provo un sentimento di grande disagio per l'aggressione subita dal bambino - sottolinea il presidente della Toscana Eugenio Giani -, specie perché accaduta in un parco dove è presente una lapide che ricorda i caduti della seconda guerra mondiale. In quel periodo si toccò il punto più basso della civiltà umana a causa della discriminazione razziale. Il fatto che un giovane possa tornare a casa umiliato dopo un'aggressione antisemita è vergognoso e noi ci ribelliamo a tutto ciò. Oggi tutti noi ci stringiamo attorno a questo ragazzo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venturina, in migliaia alla fiaccolata per il 12enne ebreo aggredito: "Episodio vergognoso che non deve ripetersi". Video

LivornoToday è in caricamento