Case popolari, pubblicato il bando per l'assegnazione degli alloggi: requisiti e come fare domanda

Per inviare le richieste, che dovranno essere esclusivamente online, c'è tempo dal 5 ottobre al 4 dicembre

Ci sarà tempo fino al 4 dicembre per inviare le domande per il nuovo bando per l'assegnazione ordinaria di  alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP), che sarò attivo da lunedì 5 ottobre. All'apposita dichiarazione sarà necessario provvedere al pagamento dell'imposta di bollo di 16 euro. Le richieste dovranno pervenire solamente online e per agevolare i cittadini sono state predisposte istruzioni e un tutorial che descrive le fasi della procedura per la presentazione della domanda. 

Tenuto conto dell'emergenza sanitaria ancora in atto, solo se veramente impossibilitati a presentare la domanda online in autonomia, è possibile prenotare un appuntamento per la postazione informatica con operatore messo a disposizione dal Comune, telefonando all’ufficio Fabbisogno Abitativo dalle 9 alle 12. Il Comune ha inoltre raccolto l'adesione di soggetti disponibili a fornire assistenza alle persone che possono incontrare difficoltà. 

Bando case popolari, come fare domanda

La domanda dovrà essere presentata da un unico soggetto, denominato richiedente, anche in nome e per conto del nucleo familiare. Sarà necessario collegarsi al sito https://www.comune.livorno.it/ufficiocasa/bandi/bandi-on-line e seguire la procedura. Dovranno essere indicati: 

  • le generalità del richiedente e di tutti i componenti del nucleo familiare;
  • il possesso dei requisiti per la partecipazione al bando;
  • la situazione familiare;
  • l’eventuale sussistenza di condizioni o cause di invalidità dei componenti del
  • nucleo familiare;
  • la situazione reddituale e patrimoniale;
  • l’eventuale sussistenza di situazioni di disagio abitativo. 

I requisiti per essere ammessi in graduatoria

Possono partecipare i nuclei familiari, anche già assegnatari di un alloggio di edilizia residenziale pubblica, anche a titolo di utilizzo autorizzato, o collocati nelle precedenti graduatorie per l’assegnazione. 
Tra i tanti requisiti (qui l'elenco completo) che il solo richiedente o nucleo familiare devono possedere spiccano: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • risiedere o lavorare nel territorio del comune di Livorno alla data di pubblicazione del bando;
  • essere: cittadino italiano o cittadino di uno dei paesi membri dell’Unione Europea, cittadino di un paese che non fa parte dell’Unione Europea in possesso di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno CE per i soggiornanti di lungo periodo, cittadino di un paese che non fa parte dell’Unione Europea, in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale, che esercita una regolare attività di lavoro subordinato o autonomo; 
  • risiedere o lavorare stabilmente ed esclusivamente nel territorio regionale da almeno cinque anni, anche non continuativi;
  • non essere stati condannati, con sentenza passata in giudicato, per delitti non colposi per i quali è prevista la pena di almeno cinque anni di reclusione;
  • Non avere un Isee superiore a 16.500 euro; 
  • Tutti i componenti del nucleo familiare, compreso il richiedente, non siano proprietari o non siano titolari di un diritto di usufrutto, uso o abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, che si trova a non più di 50 km di distanza dal territorio comunale di Livorno;
  • Il nucleo familiare, nel suo complesso, non possieda un patrimonio mobiliare del valore complessivo di più di 25mila euro, risultante dall’attestazione Isee relativa al 2020. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Venezia, movida irresponsabile con assembramenti, fumogeni e risse: gli interventi delle forze dell'ordine

  • Coronavirus Toscana, dal 18 ottobre i tamponi si possono prenotare online: ecco come fare

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento