#io_manifesto, l'opera di Valentina Restivo sorprende Bobo Rondelli: "Non lo sapevo, sembro Clark Gable"

Il commento del cantautore livornese, reduce dalla prima data del tour "Giù la maschera", sul blitz del collettivo artistico: "Di solito quando vedo la mia faccia su un manifesto penso: 'guarda luilì'. E invece..."

Tra i personaggi che fanno bella mostra di sè nella "piazza dell'arte" creata dal collettivo #Io_manifesto, accanto al Villano, Igor Protti, Mamma Franca e la Ciucia c'è anche Bobo Rondelli, cantante simbolo della livornesità più autentica. "Non mi sono ancora visto e non sapevo niente - racconta Bobo -, ho visto le foto e devo dire che Valentina Restivo ha fatto un ottimo lavoro, lei è molto brava. Sembro Clark Gable". In realtà Bobo Rondelli non sembra avere un buon rapporto con la propria immagine sui manifesti. "Quando passo davanti a un poster che promuove un mio concerto e vedo la mia faccia la prima cosa che mi viene in mente è "guarda luilì" e magari qualcuno avrà da ridire a vedermi lì accanto a Mascagni, ma non importa. Prendo in prestito una frase di Marcello Mastroianni che diceva che 'uno fa di tutto per diventare famoso e poi, quando ci riesce, si mette un paio di occhiali scuri per non farsi riconoscere'. Ecco, è vero, mi fa un po' quell'effetto lì".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

#io_manifesto, da Mascagni a Il Villano l'arte torna protagonista sul lungomare

Bobo Rondelli, al via il tour "Giù la maschera". A Livorno il 21 agosto

Intanto il 9 luglio è partito da Cantù il tour di Bobo "Giù la maschera", tra i primi artisti a salire sul palco nel periodo post covid. "È andata bene - racconta - abbiamo fatto il tutto esaurito, per quel che si può con le restrizioni". L'atmosfera nonostante tutto era buona. "Ho scoperto a fine serata che in sala c'era un assessore della Lega, sarà venuto per sincerarsi che non cantassi Bella Ciao - confessa - ma io canto Bella Livorno". E sarà ancora più bella il 21 agosto quando lo chansonnier del Pontino salirà sul palco della sua città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

  • Caos Livorno | Fideiussione in ritardo, Navarra si tira fuori: "Stanco di CereaBanca e di Spinelli. Paghino loro, io vado in tribunale"

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

  • Coronavirus: 45 nuovi positivi tra Livorno e provincia, 581 in Toscana. Il bollettino di giovedì 15 ottobre

  • Serie C, Olbia-Livorno 1-1: Cocco risponde a Mazzeo, amaranto beffati nel finale

  • Venezia, movida irresponsabile con assembramenti, fumogeni e risse: gli interventi delle forze dell'ordine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento