rotate-mobile
Cronaca Coteto

Coteto, torna l'incubo dei bocconi avvelenati: "Abbiamo paura a portare fuori i nostri cani"

L'ultimo ritrovamento ieri nei pressi della palestra Gemini. Gli abitanti della zona: "C'è chi si diverte anche a tirarli nei giardini"

A inizio gennaio a Coteto un cane morì dopo aver ingerito un boccone che le successive analisi hanno dimostrato contenesse veleno per topi. Nei giorni successivi all'accaduto, gli abitanti della zona si mobilitarono chiedendo a gran voce l'intervento del Comune e delle forze dell'ordine. Adesso, a distanza di un mese dall'accaduto, nel quartiere è tornata la paura dopo il ritrovamento di un pezzo di carne vicino alla palestra Gemini con sopra delle "macchie" blu, segno inequivocabile di veleno per topi. "Abbiamo paura a portare fuori i nostri cani - commentano i residenti - perché il rischio che l'animale ingerisca qualcosa all'improvviso è alto. Come dobbiamo fare? L'unica soluzione è farli uscire con la museruola".

Ma non è tutto perché in molti denunciano il fatto che qualcuno si "diverta" a lanciare bocconi anche nei cortili privati: "Abbiamo esposto tutto quanto a chi di dovere, speriamo che possa servire. Non capiamo i perché queste persone compiano gesti simili". Di recente i carabinieri forestali del nucleo di Montenero insieme ad Anpana e con l’ausilio di due cani dell'unità cinofila antiveleno hanno perlustrato le zone dove erano state segnalate la presenza bocconi pericolosi senza però trovare niente. I controlli tuttavia proseguiranno anche nei prossimi giorni specie alla luce dei nuovi "avvistamenti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coteto, torna l'incubo dei bocconi avvelenati: "Abbiamo paura a portare fuori i nostri cani"

LivornoToday è in caricamento