rotate-mobile
Cronaca

Non gli danno i soldi per comprarsi la droga, 37enne picchia i genitori e non rispetta il divieto di avvicinamento: arrestato

L'uomo in più di un'occasione ha anche minacciato i morte i coniugi che hanno chiesto l'intervento dei carabinieri

Avrebbe più volte aggredito e minacciato i genitori non rispettando neanche il divieto di avvicinamento che gli era stato imposto dal giudice. Per questo un 37enne livornese è stato arrestato dai carabinieri di Ardenza e condotto alle Sughere. L'uomo infatti, sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, in più di un'occasione si sarebbe presentato a casa dei genitori ai quali chiedeva soldi per comprare della droga. Al loro rifiuto li avrebbe prima minacciati di morte salvo poi iniziare a rompere suppellettili e mobili dell'abitazione. Quando però la violenza era diventata fisica, era stata adottata la misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinamento.

Tutto questo però si è rilevato insufficiente in quanto i carabinieri hanno documentato e prontamente riferito all'autorità giudiziaria due violazioni avvenute in due giorni consecutivi, quando, incurante dei divieti, il 37enne si sarebbe presentato a casa dei genitori con l'intento di farvi ingresso. Alla luce di quanto emerso, anche per salvaguardare l'incolumità della coppia, è stato disposto il trasferimento dell'uomo in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non gli danno i soldi per comprarsi la droga, 37enne picchia i genitori e non rispetta il divieto di avvicinamento: arrestato

LivornoToday è in caricamento