Cronaca

Caos buoni spesa, la protesta dei beneficiari in fila per ore per ritirarli. L'Agenzia Espressi: "Aperti anche sabato mattina"

Decine di persone in coda: "Abbiamo trovato la raccomandata in cassetta, ma nessuno ha suonato per avvisarci". Domani apertura straordinaria degli uffici in via delle Cateratte

I buoni spesa che il Comune ha stanziato come contributo di solidarietà, per un totale di oltre un milione di euro a fronte di 4.627 domande accettate, avrebbero dovuto essere consegnati direttamente a domicilio. Tuttavia, stando a quanto raccontano  molti dei beneficiari, così non sarebbe stato. Decine e decine le persone che, infatti, venerdì 18 dicembre hanno dovuto fare la fila per ore all'Agenzia Espressi, costrette a presentarsi agli uffici di via delle Cateratte perché, dicono, "pur essendo in casa nessuno ha suonato al citofono. Hanno lasciato solamente l'avviso di ritiro".

Buoni spesa Natale, i negozi e supermercati di Livorno dove utilizzare i contributi di solidarietà 

Un inconveniente che ha scatenato la protesta di diversi beneficiari che alle 17.30 di oggi, con gli uffici in chiusura alle 18 e normalmente in riapertura il lunedì successivo, non sarebbero riusciti a ritirare i propri buoni in tempo utile per fare la spesa nel weekend. Motivo per cui, per risolvere la situazione di disagio, l'Agenzia Espressi ha comunicato l'apertura straordinaria degli uffici anche domani, sabato 19 dicembre, dalle 9 alle 12.

fila ritiro buoni spesa  (2)-2

Caos buoni spesa, le lamentele dei beneficiari: "Eravamo a casa, nessuno ha suonato"

"Mi figlia era a casa in quarantena perché positiva la Covid - commenta Antonella - ma nessuno ha suonato e quando sono rientrata ho trovato l'avviso nella cassetta posta". Come Antonella, a lamentarsi sono in molti, tra cui anche Serena: "Io ero a lavoro, ma le mie figlie erano a casa perché non vanno a scuola e aspettavano l'incaricato dell'agenzia, ma nessuno si è presentato. Quando sono tornata, ho trovato l'avviso della raccomandata".

Un ritornello comune ai più che ha creato non poco disagio, spingendo l'Agenzia Espressi a un'apertura eccezionale nella giornata di domani per consentire ai beneficiari dei buoni di non aspettare lunedì prossimo per ritirarli. "Sono riuscito a prenderli dopo ore di fila - esulta Francesco -. Non capisco perché debba essere venuto qui,: visto che mia madre era a casa, avrebbero docuto suonare anziché lasciare la raccomandata in cassetta. Pazienza, l'importante è averli presi così domani possiamo andare a fare la spesa prima che nei supermercati ci sia troppa gente".   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos buoni spesa, la protesta dei beneficiari in fila per ore per ritirarli. L'Agenzia Espressi: "Aperti anche sabato mattina"

LivornoToday è in caricamento