Campiglia Marittima, gestione illecita di rifiuti pericolosi: sette denunciati

Scoperti dai carabinieri forestali mentre caricavano su un camion 7 tonnellate e mezzo di batterie esauste

foto di archivio

I carabinieri forestali di Venturina lo avevano denunciato per smaltimento di rottami senza autorizzazione e, nella mattina del 19 febbraio, si sono recati nella sua abitazione per notificargli una convocazione. Qui, tuttavia, hanno trovato il cittadino marocchino 35enne intento, con altre tre persone, a caricare in un camion oltre 7 tonnellate e mezzo di batterie esauste. Uno dei presenti ha provato a scappare, ma è stato riconosciuto in quanto identificato pochi giorni prima proprio in compagnia dello straniero.

Alcune delle batterie sequestrate

I militari dell'arma hanno ritenuto che le batterie siano il frutto di attività, raccolta e gestione dei rifiuti illecita, anche in ragione delle numerose segnalazioni di furto provenienti dai gestori dei centri di raccolta di rifiuti dei vari comuni del circondario da Piombino a San Vincenzo a Campiglia Marittima. Oltre al 35enne e al suo complice, sono state denunciati i rappresentanti legati delle imprese coinvolte nel trasporto illegale di rifiuti, per un totale di sette persone. Le batterie rinvenute, che avrebbero fatturato circa 3.800 euro, sono state sequestrate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento