menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Canile comunale sarà gestito dalla Cooperativa Melograno fino al 2022. Camici: "Maggiore qualità del servizio"

La cooperativa si occuperà anche del servizio di cattura di cani randagi, il recupero di animali feriti e di pronto intervento veterinario

Sarà la cooperativa sociale "Il Melograno" a gestire, fino al 2022, il canile comunale "La cuccia nel bosco", il servizio di cattura di cani randagi, il recupero di animali feriti e di pronto intervento veterinario. La decisione è stata comunicata dall'Ufficio tutela animali del Comune nel pomeriggio di ieri, venerdì 8 gennaio. È la vicesindaco con delega alla tutela degli animali a spiegare i perché di questa decisione: "Questa nuova forma di gestione ha elevato la qualità del servizio con un risparmio immediato dal bilancio. Dal 2021 è stato possibile togliere 55mila euro l'anno dai capitoli della tutela animali e destinarli ad altri servizi per la città ed i livornesi. Oltre a questo risparmio diretto, se ne concretizzano ulteriori tra cui 16mila euro annui dovute al ribasso sul prezzo applicato dal gestore". 

All'interno del canile, la cui parte veterinaria sarà coordinata da un direttore sanitario, saranno garantiti i servizi di pulizia, manutenzione ordinaria, alimentazione, sgambamento, cura e educazione dei cani. Il Melograno si avvarrà di operatori-educatori anche per le attività ordinarie ovvero la pulizia degli ambienti, la somministrazione degli alimenti e dei farmaci. 

Nuovo gestore per il canile di Livorno, i servizi offerti

Inaugurato il nuovo canile di Livorno

Nella struttura, fanno sapere da Palazzo civico, sarà presente del personale formato, necessario anche per la presenza di cani di elevato potenziale pericolo e per strutturare, con risorse specializzate, percorsi di educazione, socializzazione, comportamento che favoriscano l'adottabilità di tutti ma anche di ognuno. Il gestore si avvarrà anche di un veterinario comportamentalista per la valutazione preventiva di ogni cane e la individuazione del percorso rieducativo personalizzato. Il Melograno ha individuato un referente unico di tutti i servizi con formazione specifica nel campo cinofilo e garantisce attività amministrative nonché la gestione della comunicazione attraverso il sito, la pagina Facebook ed Istagram.

Il gestore organizzerà con l'ufficio competente attività didattiche di sensibilizzazione dei bambini da promuovere con le scuole, percorsi inclusivi e di ascolto "del bosco" dedicati anche alle disabilità, attività culturali e sociali per offrire alla cittadinanza un luogo alternativo dove trascorrere del tempo impiegato nello sviluppo del contatto con la natura e dell'approccio positivo agli altri esseri, come diversità ed altro da sé. 

I bambini, in questo modo, potranno apprendere le fasi evolutive del cane rispettandolo come animale con tratti ed etologia ben precisi, come essere senziente nella duplice accezione di essere capace di emozioni e portatore di diritti né da trattare come una cosa ma neppure da umanizzare. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Panettone World Championship 2021, Lorenzo Cristiani vola in semifinale: "Soddisfazione enorme, risultato da condividere con l'intera famiglia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento