Canile di Livorno, la proposta di Forza Italia: "Sconto sulla Tari per chi adotta un animale"

La coordinatrice provinciale Chiara Tenerini: "Questa mozione è stata approvata nel 2018, ma mai applicata. Il bonus da 700 euro proposto dall'attuale amministrazione è inutile"

Il nuovo canile di Livorno, ristrutturato e pronto a ospitare fino a 80 animali, ha finalmente una data di apertura: 9 gennaio 2020, di poco successiva a quella annunciata la scorsa estate dalla vicesindaco Monica Mannucci. Una riapertura attesa dal 2004 e più volte rinviata che, però, non accontenta gli esponenti provinciali di Forza Italia che, nella giornata di venerdì 13 dicembre, hanno sollevato non pochi dubbi sulla struttura. "Vorremmo chiedere all'amministrazione come mai dei 75 cani presenti ad oggi nei quattro canili privati convenzionati col Comune, soltanto 10 saranno ospitati da gennaio nella nuova struttura - le parole della coordinatrice provinciale Chiara Tenerini - e perché sono stati stanziati ulteriori 79mila euro per coprire le spese fino alla fine di marzo. Crediamo che siano soldi spesi male".

Chiara Tenerini-3

La proposta di Forza Italia: "Sgravio sulla Tari a chiunque adotti un cane"

Tenerini pone l'accento anche su un'altra questione: "Il bonus una tantum da 700 euro da assegnare a chi adotta un cane anziano, annunciato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale, ci sembra una misura inutile. A Livorno infatti i cani con un'età superiore a 12 anni sono soltanto 5, numeri irrisori per poter giustificare una tale iniziativa". Che potrebbe essere invece sostituita, secondo Forza Italia, con una misura più utile come lo sgravio fiscale sulla Tari. "A novembre del 2018 era stata approvata una mozione della consigliera Elisa Amato che prevedeva appunto una detrazione per tre anni da applicare a chiunque adottasse un cane del canile, ma né la vecchia amministrazione né la nuova l'hanno mai presa in considerazione. Chiederemo un appuntamento alla vicesindaco per chiarire anche questo punto perché il canile deve essere solo un luogo di transizione ed è necessario quindi trovare delle misure che vadano nella direzione di favorire tutte le adozioni".

"Manca anche un gattile visto che nella nuova struttura ci saranno solamente quattro gabbie"

Ultimo punto da mettere in chiaro è la mancanza di un gattile vero e proprio o comunque di uno spazio adeguato ad ospitare i numerosi gatti presenti in città. "Nella nuova struttura ci saranno soltanto quattro gabbie dedicate ai felini - ha concluso Tenerini -, un numero che definirei ridicolo di fronte alla quantità di randagi affidati totalmente alle cure delle volontarie". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rosignano sotto osservazione famiglia di Casalpusterlengo. Il sindaco: "Situazione tranquilla"

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Minacciata con un coltello nel parcheggio del Parco Levante

  • Coronavirus, all'isola d'Elba due famiglie cinesi in quarantena volontaria: "Situazione sotto controllo"

  • Tragedia all'Isola d'Elba, 84enne muore dopo una caduta dal terrazzo della sua abitazione

Torna su
LivornoToday è in caricamento