Carabinieri Piombino, cambio al vertice: il capitano Luca Saliva prende il posto del maggiore Massimiliano Massarelli

Entrambi sono stati ricevuti dal sindaco Francesco Ferrari nella caserma di via Giordano Bruno

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte dei carabinieri di Piombino riguardante il passaggio di consegne tra il comandante Massimiliano Massarelli e il capitano Luca Saliva. 

Domenica 6 settembre il comandante dei carabinieri di Piombino, maggiore Massimiliano Massarelli, ha ceduto il comando al capitano Luca Saliva per andare a ricoprire l'incarico di capo sezione addestramento alla scuola Marescialli e Brigadieri di Firenze. Massarelli lascia l'incarico dopo sette anni di intenso lavoro svolto al servizio della collettività in piena sintonia e collaborazione con tutte le altre forze dell'ordine presenti sul territorio.

Il cambio al comando dei carabinieri di Piombino

Tra le numerose attività d'indagine effettuate in questi anni dai militari dell'Arma guidati dal comandante sono da ricordare le molteplici operazioni "Occhi nel bosco", riguardanti il fenomeno di spaccio di stupefacenti nelle aree boschive, l'individuazione dei tre autori di altrettanti gravi ed efferati delitti, nonché i numerosi arresti per reati predatori. Il capitano Luca Saliva, 47enne di Padova, proviene da Roma dove ricopriva l'incarico di comandante del Nucleo sicurezza allo Stato maggiore dell'esercito. Ieri entrambi sono stati ricevuti, nella caserma di via Giordano Bruno, dal sindaco Francesco Ferrari. 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento