menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, dal carcere di Gorgona la solidarietà dei detenuti: donati generi alimentari alle famiglie in difficoltà

Gli ospiti della casa circondariale hanno autoacquistato beni alimentari del valore di circa 1000 euro da destinare alla comunità di Sant'Egidio: "Un gesto di grande generosità"

Ancora un gesto di solidarietà in tempo di coronavirus. Dopo la donazione degli ospiti del carcere di Livorno all'ospedale cittadino, questa volta a dare un segnale importante sono stati i detenuti della Casa di Reclusione di Gorgona che hanno autoacquistato beni alimentari prodotti sull'isola, per un valore di circa 1000 euro, regalandoli alla Comunità di Sant'Egidio per sostenere le famiglie in difficoltà. Si tratta di cibo, per lo più frutta e verdura, coltivato dalle stesse persone detenute, dal momento che nell'isola di fronte a Livorno è consentito loro di eseguire la pena in un contesto dignitoso: possono lavorare ed essere stipendiati per la produzione di prodotti agricoli, caseari e vinicoli e frequentare corsi di formazione e professionalizzanti.
"Un gesto molto significativo" lo ha definito il responsabile della sezione livornese della comunità di Sant'Egidio Sabatino Caso, "importante perché arriva da persone private della propria libertà che hanno avuto la sensibilità di pensare a chi, in questo momento, sta peggio". 

Coronavirus: i detenuti chiedono che le videochiamate in carcere diventino la normalità

Comunità di Sant'Egidio: "Un aumento significativo delle famiglie in difficoltà, ma anche dei volontari che vogliono rendersi utili"

"In questo momento prepariamo pacchi alimentari per circa 150 famiglie livornesi - prosegue Sabatino Caso -, di cui quasi sessanta si sono aggiunte a quelle che già seguivamo in seguito all'emergenza coronavirus. Si tratta principlamente di persone che hanno perso il lavoro". Un aumento significativo a cui corrisponde anche un incremento di volontari e persone che in diversi modi soi mettono a disposizione della comunità. "Ci tengo a ringraziare le tantissime persone che, fin dalle prime ore di questa emergenza sanitaria, si sono date da fare per aiutare chi si è trovato in difficoltà - conclude Caso - chi raccogliendo generi alimentari che noi provvediamo a distribuire, chi unendosi alle squadre di volontari che si occupano della distribuzione". Questi, infine, il riferimento per contribuire alla raccolta: IBAN: IT 67 X 02008 13908 000401212402 (causale: emergenza coronavirus).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ricetta della ribollita toscana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento