Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Green Pass, anche il Cavallino Matto nel mirino dei no vax. Il parco: "Rispettiamo tutti, ma non violeremo le leggi"

Dopo l’annuncio dell'adozione dal 6 agosto delle disposizioni governative per l'ingresso al parco divertimenti sono apparse decine di commenti sulla pagina Facebook: "Vergogna, ci negate la libertà"

Anche il parco divertimenti del Cavallino Matto, a Castagneto Carducci, tra i più belli e frequentati della Toscana, finisce nel mirino della rete dopo l'annuncio, postato sulla propria pagina Facebook nella giornata di ieri, giovedì 5 agosto, della necessità di esibire la certificazione verde Green Pass all'ingresso, come disposto dal decreto del 23 luglio scorso. Commenti nell'ambito dei quali viene addirittura augurato il fallimento alla struttura, accusata di discriminazione e di negare la libertà. Altri invece che promettono di rimettere piede all'interno del parco quando il Green Pass non sarà più necessario. Il tutto in mezzo ad altre offese come 'siete ridicoli' e 'vergogna'.

 "Nazisti e venduti", la Ruzzoteca travolta da odio e insulti per un post sull'obbligo del green pass. Poi l'ondata di solidarietà

La direzione: "Adeguato il parco alla legge, una scelta che non può e non deve essere strumentalizzata"

Un'ondata di critiche e polemiche che ha visto costretta la direzione del Cavallino Matto, qualche ora dopo, a pubblicare un nuovo post per fare delle precisazioni. "Il fatto di aver adeguato il parco alle disposizioni del decreto - si legge - rientra nella politica di assoluto rispetto della legge. Tale scelta, però, non può e non deve essere strumentalizzata. Il Parco, nella sua interezza, non è né 'contro' né a 'favore' di qualcosa o di qualcuno.  Il Parco rispetta tutto e tutti ma non vuole e non può violare la Legge".

La direzione, come poi ha specificato nello stesso post rispondendo a chi chiedeva se c'era la possibilità di effettuare un tampone sul posto, ha spiegato che "stiamo cercando di valutare con la Regione e la asl, se sarà possibile farlo oppure no… la situazione è complicata… ogni regione ha parametri differenti per approvare le varie tipologie di tampone antigenico e la procedura stessa di esecuzione del tampone antigenico è molto complessa, pertanto, non appena ci verranno fornite le informazioni richieste agli enti suddetti vi faremo sapere se saremo anche noi in grado di fornire questo servizio oppure no".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass, anche il Cavallino Matto nel mirino dei no vax. Il parco: "Rispettiamo tutti, ma non violeremo le leggi"

LivornoToday è in caricamento