rotate-mobile
Cronaca Cecina

Cecina: ecco "Mi prenderò cura di te", la Misericordia di San Pietro in Palazzi al fianco dei più bisognosi

Pasti caldi, coperte, vestiti: ecco come i volontari aiutano chi si trova in difficoltà

Sabato 2 dicembre ha fatto il debutto, nonostante il maltempo, "Mi prenderò cura di te", l'iniziativa della Misericordia di San Pietro in Palazzi per aiutare i più bisognosi. L'iniziativa era da parecchio tempo nel cassetto della volontaria Cecilia Meini che adesso è riuscita a realizzarla grazia alla sua spalla destra Claudia Gani: "Vogliamo dedicare tutto questo a un caro amico che si è sempre prodigato per il prossimo. Il nostro motto è 'nessuno si salva da solo".  

Quanto donato a chi ne ha bisogno proviene da diverse realtà del territorio che si appoggiano alla Misericordia per quanto riguarda il cibo invenduto: "Ultimamente stiamo spiccando il volo visto che un caro ristorante della zona si è reso disponibile nella preparazione di cibi caldi, un vero toccasana per questi periodi così freddi". 

misericordia palazzi aiuto bisognosi 3

"Oltre ai cibi caldi, doniamo anche coperte e sacchi a pelo senza contare le richieste di aiuto che accogliamo. Le persone bisognose non sono solo senza tetto ma ci sono anziani che magari non arrivano in fondo al mese e non accedono i riscaldamenti per la stangata delle bollette. E qui entriamo in campo noi - continuano le volontarie - regalando sorrisi, un caffè caldo e anche due chiacchiere. Ultimamente anche madri e i padri single, che non riescono spesso a far quadrare i conti, vengono a chiederci aiuto soprattutto per quanto riguarda materiale scolastico, abbigliamento, giochi. Abbiamo la postazione fissa che distribuisce mentre altri volontari girano per il centro a distribuire i volantini con il numero dell'area sociale attivo h24 possono sia scriverci su WhatsApp che chiamare al numero 376.00.88.748.

misericordia palazzi aiuto bisognosi 1

Oltre che dare aiuto a chi lo richiede, il servizio punta anche a creare una rete di informazioni che possa aiutare nel migliore dei modi gli assistiti: "Cerchiamo di reinserire le persone in un contesto sociale adeguato e combattiamo l'emarginazione sociale. Questo numero può essere utilizzato anche per segnalare persone in difficoltà che troviamo per strada perché l'indifferenza uccide l'amore fortifica".

I prossimi appuntamenti saranno: il 9 e il 16 dicembre in piazza Gramsci dalle 19.30 e il 22 dicembre in piazza della Chiesa dalle 18 con distribuzione di pandoro e panettone a seguire dalle 19.30 pasti caldi. "Chiunque volesse unirsi a noi per aiutare il prossimo può contattarci, non servono corsi ma voglia di fare e credetemi che da fare c'è sempre. Abbiamo bisogno di donazioni per continuare ad autofinanziarci e per fortuna che ci sono molte persone che ci seguono e che ci aiutano: dai semplici cittadini alle attività commerciali, addirittura in molti supermercati ci hanno dato la possibilità di mettere un carrello solidale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cecina: ecco "Mi prenderò cura di te", la Misericordia di San Pietro in Palazzi al fianco dei più bisognosi

LivornoToday è in caricamento