Chiuso un bar in via della Pina d'Oro, la polizia: "Frequentazioni pericolose, sicurezza a rischio"

Il provvedimento, della durata di dieci giorni, è stato emesso dal questore Lorenzo Suraci: "Locale frequentato da pregiudicati"

Il questore di Livorno, Lorenzo Suraci, ha sospeso per dieci giorni la licenza di un bar in via della Pina d'Oro ai sensi dell'articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (Tulps). Il provvedimento è stato adottato dopo numerosi controlli effettuati dalla polizia: "All'interno del locale - si legge nella nota inviata - nelle ore serali e notturne tra gli avventori sono stati identificati molti soggetti pluripregiudicati, prevalentemente per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di sostanze stupefacenti. L'aggregazione di queste persone contribuisce ad aggravare le condizioni di degrado generali di quella zona e quindi è stato ritenuto che il bar costituisce un pericolo per l'ordine e la sicurezza pubblica. La finalità del provvedimento previsto dalla legge - conclude la polizia - è di tipo cautelare, essendo volto a eliminare, in via preventiva, possibili situazioni di pericolo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio ghiaccio e temperature sotto zero: a Livorno è allerta meteo per martedì 12 gennaio

  • Coronavirus, l'annuncio di Giani: "La Toscana resta in zona gialla". Novità sugli spostamenti tra regioni, musei e asporto

  • Allerta meteo a Livorno, codice giallo per rischio neve e ghiaccio nella notte tra sabato e domenica 17 gennaio

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Coronavirus: 79 positivi tra Livorno e provincia, 379 in Toscana. Il bollettino di lunedì 11 gennaio

  • Nuovo Dpcm | Divieto di asporto per bar dopo le 18, musei riaperti e spunta la zona bianca: l'annuncio di Speranza

Torna su
LivornoToday è in caricamento