rotate-mobile
Cronaca

Scarse condizioni igieniche e lavoratori in nero: chiusa una pizzeria, il titolare multato di 18mila euro

I carabinieri del Nas e Nil sono intervenuti nella zona nord della città riscontrando diverse irregolarità. Sequestrati anche 8 chili di alimenti non tracciati

Scarse condizioni igieniche e lavoratori in nero. Sono questi i motivi che hanno portato i carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro (Nil) e del Nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) a chiudere temporaneamente una pizzeria dell'area nord della città fino a quando le criticità riscontrate non saranno sanate. Nel corso delle verifiche infatti è emerso che ben 4 dei 5 lavoratori presenti non erano in regola e uno di questi, una giovane donna livornese, percepiva anche il Reddito di cittadinanza.

Al titolare, un livornese 36enne, è stata comminata una maxi sanzione di oltre 15mila euro, oltre ad ulteriori multe per complessivi 3mila euro per le scarse condizioni igieniche dei locali. Sono stati anche sequestri di 8 kg di alimenti a causa della mancanza della documentazione di tracciabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarse condizioni igieniche e lavoratori in nero: chiusa una pizzeria, il titolare multato di 18mila euro

LivornoToday è in caricamento