rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Venezia / Via del Forte San Pietro

Ex Strega, il questore sospende la licenza per 30 giorni: "Troppo pericoloso, andrebbe chiuso per sempre"

Vietato somministrare alimenti e bevande, il provvedimento dopo l'ultima lite finita a sprangate. "Quel posto crea problemi da anni. E i gestori, anche se non figurano come tali, sono sempre gli stessi"

Ha convocato espressamente la stampa perché "non è stata una di quelle liti che possono sfociare il sabato sera, nei locali della movida livornese, tra persone che magari hanno alzato un po' il gomito. No, assolutamente - dice con fermezza - quel locale crea problemi da sempre". Ad assicurarlo è il questore di Livorno, Lorenzo Suraci, che al termine delle indagini per quanto successo la notte del 29 settembre scorso ha deciso di sospendere per 30 giorni la licenza per la somministrazione alimenti e bevande all'interno del "The Hecks", circolo sportivo dilettantistico in via Forte San Pietro, nella Venezia, meglio conosciuto come pub ex "La Strega". 

La lite a La Strega degenerata in strada alll'alba del 29 settembre

Una decisione scaturita in seguito alla lite scoppiata intorno alle 4.30 del mattino, circa due settimane fa, all'interno del locale e degenerata poi per strada, dove uno dei due, livornese identificato come uno dei gestori occulti de La Strega, avrebbe colpito con una spranga un tunisino di 39 anni, procurandogli lesioni guaribili in 30 giorni. "L'uomo ritenuto responsabile delle lesioni è stato allontanato con un foglio di via perché residente fuori città e per tre anni non potrà tornare a Livorno - dice il questore -. Da quando si chiamava La Strega (2013-2016) in via della Madonna, al The Yard (2016-2019) in via Forte San Pietro, poi di fatto diventato The Hecks da aprile di quest'anno, quel locale ha sempre creato problemi.

"Grave non chiamare la polizia, neppure il presidente del circolo lo ha fatto"

"La cosa grave - prosegue Suraci - è che anche questa volta nessuno dei presenti, come in precedenti occasioni, abbia chiamato la polizia, neppure il presidente del circolo lo ha fatto. Tra l'altro le indagini hanno permesso di accertare che proprio il presidente, un uomo di origine tunisina, risulta essere una sorta di prestanome perché di fatto il locale è gestito dalle stesse persone di sempre".

"È la quinta volta che viene emesso lo stesso provvedimento - conclude il questore -, evidentemente questo è un locale problematico e mi auguro che l'amministrazione comunale lo chiuda definitivamente. Non mi risulta che gli altri pub o circoli creino così tanti problemi. Nessuno vuole impedire ai giovani di divertirsi, ma il tutto deve avvenire nel rispetto delle regole e delle persone.".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Strega, il questore sospende la licenza per 30 giorni: "Troppo pericoloso, andrebbe chiuso per sempre"

LivornoToday è in caricamento