Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca

Christian Volpi, il "grazie" alla città dal letto dell'ospedale: "Il vostro amore più forte del dolore. Questo è soltanto un altro giro di giostra"

Su Instagram le prime parole del giovane vittima di un drammatico incidente nella tarda serata di mercoledì 12 maggio: "Grazie a tutti. Ci vediamo a breve, più forti di prima"

Sorride. E solo lui sa come riuscirci. Con quella forza che lo ha contraddistinto in questi 22 anni di vita, con la consapevolezza che la vita continua, con il sostegno e l'amore che sono più forti del dolore. Christian Volpi, il giovane vittima di un drammatico incidente in scooter nella tarda serata di mercoledì 12 maggio, in conseguenza del quale ha subito l'amputazione delle gambe, "parla" dal letto dell'ospedale di Livorno attraverso il proprio profilo Instagram. Posta una foto e parole di ringraziamento per tutti, a partire dagli amici che hanno subito lanciato una gara di solidarietà per regalargli le protesi e tutte le cure necessarie al decorso post ospedaliero. Ringrazia loro, Livorno, la Toscana e il mondo intero che, da subito, gli hanno mostrato vicinanza e affetto.

Christian Volpi, anche l'Atletico Madrid al fianco del 22enne livornese

Christian Volpi, il cuore dei livornesi commuove il padre: "Circondati da un amore sorprendente" 

"Ciao a tutti, come va? Volevo ringraziare tutti i miei amici - si legge nel post -, tutta Livorno, tutta la Toscana, tutta Italia, qualche nazione e anche un altro continente se dobbiamo dirla fino in fondo. Grazie per la vicinanza che avete nei miei confronti, per l'amore che sto ricevendo, che è sicuramente più del dolore che ho provato quando il 13 maggio ho guardato verso il basso, scoprendo cosa mi era successo. Ma ricordatevi, questo è solamente un altro giro di giostra. Ci vediamo a breve, più forti di prima. TUTTI". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Christian Volpi, il "grazie" alla città dal letto dell'ospedale: "Il vostro amore più forte del dolore. Questo è soltanto un altro giro di giostra"

LivornoToday è in caricamento