rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Rifiuti, via al compostaggio condominiale: "Sconto sulla Tari per chi aderisce"

A partire da lunedì 20 settembre tutti i cittadini interessati potranno contattare l'amministratore di riferimento chiedendo l'inoltro ad Aamps della specifica domanda di adesione

Compost di qualità nei giardini condominiali per aumentare la raccolta differenziata, sensibilizzare i cittadini alle migliori pratiche sul corretto conferimento dei rifiuti e ridurre la produzione dei rifiuti organici. Sono questi gli obiettivi di Comune di Livorno e Aamps grazie all'avvio del progetto 'Compostaggio condominiale'. A partire da lunedì 20 settembre dunque tutti i cittadini interessati potranno contattare l’amministratore di riferimento chiedendo l’inoltro ad Aamps della specifica domanda di adesione (previa anticipata approvazione a cura dell’assemblea condominiale). I condòmini che aderiranno al progetto potranno avvalersi di una riduzione della Tari (20% sulla parte variabile) anche in funzione della stima dei minori costi che Aamps potrà sostenere riducendo il passaggio dei mezzi per la raccolta della frazione organica in loco. 

Cepparello: "Una buona pratica per contribuire attivamente alla riduzione della produzione dei rifiuti"

"L'obiettivo  – ha spiegato l'assessore all'Ambiente Giovanna Cepparello - è quello di estendere la pratica del compostaggio anche ai condòmini e al tempo stesso rilanciare questa buona pratica che permette a chi ha uno spazio aperto di contribuire attivamente alla riduzione della produzione dei rifiuti, e in particolare dell'organico, che può diventare una risorsa. Grazie all'assessore Viola Ferroni che ci ha permesso di raggiungere l'obiettivo dello sconto Tari per questi utenti virtuosi". "L'organico – ha spiegato l'amministratore unico di Aamps Raphael Rossi - è la parte più importante dei rifiuti, è anche quella più facilmente riciclabile ma, se trattato nel modo sbagliato, inquina più di altri rifiuti. La pratica del compostaggio costituisce un'azione estremamente virtuosa: il rifiuto in questo modo non ha impatto ambientale e assorbe CO2".

Compostiere in comodato d'uso gratuito e due ore di formazione per l'utilizzo dell'impianto

Gli operatori dell'azienda, ricevuta le richieste di adesione, a quel punto le vaglieranno attivando i sopralluoghi nelle aree indicate per verificare se sussistano o meno i presupposti tecnici per procedere all’avvio dell’attività. Constatata la fattibilità si potrà concordare la consegna in comodato d’uso gratuito di una o più compostiere condominiali. Allo stesso tempo gli operatori di Aamps dedicheranno due ore di formazione mirata al corretto utilizzo del piccolo impianto e, più in generale, alle buone pratiche sul compostaggio domestico. 

Nel frattempo Comune e Aamps, con il supporto del coordinamento provinciale Rifiuti Zero e di alcuni gruppi di cittadini volontari di quartiere, hanno organizzato una formazione 'allargata' rivolta a chi fosse interessato ad approfondire il tema del compostaggio domestico. L’appuntamento è fissato per il giorno 22 settembre, dalle 17 alle 18 ai giardini di Villa Mimbelli in via San Jacopo in Acquaviva, 65. Per chi fosse interessato ma impossibilitato a partecipare in presenza l’evento verrà registrato e poi reso disponibile online sulle pagine social del Comune e di Aamps (facebook/youtube). Ogni singolo cittadino può richiedere il bio-composter in comodato d’uso gratuito. La domanda deve essere inoltrata avvalendosi dell’apposito modulo da compilare anch’esso presente nella sezione 'Compostaggio domestico' del sito internet aziendale di Aamps.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, via al compostaggio condominiale: "Sconto sulla Tari per chi aderisce"

LivornoToday è in caricamento