Balneari, il Tar della Toscana conferma l'estensione delle concessioni demaniali marittime fino al 2033

La soddisfazione di Confcommercio: "Ora si inizi con gli investimenti per dare più sicurezza e qualità dei servizi ai nostri clienti nell'estate 2021"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte di Confcommercio relativo ai balneari toscani. 

Finalmente una buona notizia per i balneari toscani: il Tar della Toscana ha confermato la validità e l'efficacia dell'estensione delle concessioni demaniali marittime fino al 2033. Lo ha fatto indirettamente con la sentenza numero 1377 depositata lunedì 9 novembre 2020, con la quale ha rigettato la richiesta di accertamento del diritto all'indennizzo in favore dei concessionari alla scadenza delle concessioni demaniali marittime. 

"A questo punto, diventano ingiustificati i ritardi dei Comuni nell'applicazione della legge 145/2018 - sottolinea la presidente regionale del Sindacato italiano balneari Confcommercio Toscana Stefania Frandi - per questo, chiediamo ai Comuni inadempienti di mettersi in moto subito per formalizzare l'estensione a tutti i concessionari delle coste toscane. Si tratta di un obiettivo importante non solo per la categoria che rappresentiamo, ma per tutta la Toscana, perché una volta messo in sicurezza il futuro delle nostre attività, potremo ripartire con gli investimenti per dare al turismo balneare stabilimenti sempre più sicuri e di qualità. Potremo così presentarci all'appuntamento con l'estate 2021 con tutte le carte in regola. E il turismo toscano, dopo le difficoltà gravissime causate dalla pandemia, potrebbe riprendere forza proprio dal balneare, che è voce importantissima dell'economia regionale, visto che sviluppa da solo quasi il 15% del Pil".  

"A livello sindacale – prosegue la presidente - lavoreremo con i funzionari delle amministrazioni comunali perché l'obiettivo dell'estensione delle concessioni si concretizzi entro la fine dell'anno. C'è proprio bisogno di restituire serenità agli imprenditori del comparto, da troppo tempo sospesi nell'incertezza”.  

Torna su
LivornoToday è in caricamento