rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Cronaca

Consigli di zona, in primavera le elezioni: cosa sono, chi può candidarsi e la loro composizione

Una guida completa con tutto quello che c'è da sapere

Nell'ultimo anno il Comune di Livorno ha avviato un percorso partecipativo volto alla creazione di nuovi organismi istituzionali, dopo l'abolizione delle circoscrizioni, che potessero facilitare il contatto e il confronto tra l'amministrazione e la cittadinanza. Questo l'intento dietro alla nascita dei nuovi consigli di zona, che favoriranno la partecipazione e la consultazione dei cittadini, occupandosi di tematiche rilevanti per i quartieri attraverso l'ascolto, il dialogo e l'informazione. 

"Nella primavera prossima – ha detto il sindaco Luca Salvetti - si terranno le elezioni per i consigli di zona che avranno un taglio molto operativo e di concretezza e di affiancamento e aiuto a quello che è il nostro lavoro". "È stato un lavoro piuttosto lungo e articolato – sottolinea la vicesindaco Libera Camici – partito nel 2021, caratterizzato da incontri con i cittadini e il tessuto associativo. Abbiamo diviso la città in sette zone, partendo da quella che era la conformazione delle vecchie 5 circoscrizioni, adattandole alle nuove istanze emerse durante il percorso partecipativo". 

Livorno, ecco i consigli di zona: tutto quello che c'è da sapere 

Cosa sono e cosa fanno

Sono organismi che faciliteranno il rapporto tra la cittadinanza e l'amministrazione attraverso diverse modalità e strumenti:

  • partecipazione a commissioni consiliari permanenti in cui si trattano argomenti relativi alla zona;
  • organizzazione di incontri con sindaco, assessori e consiglieri comunali per trattare temi di interesse della zona;
  • promozione di patti di collaborazione;
  • raccolta di proposte e di segnalazioni di criticità da sottoporre all'Amministrazione;
  • promozione e potenziamento della rete dei soggetti attivi nelle varie zone (i Consigli non si sostituiscono alle realtà esistenti).

La composizione

I consigli di zona sono 7 e raccolgono i 36 quartieri di Livorno, raggruppati secondo criteri di popolazione e vicinanza. I consigli di zona rimangono in carica per 5 anni e sono composti da un Presidente e un Vicepresidente (eletti dal Consiglio) e da un Consiglio (eletto dai cittadini) composto da un minimo di 3 fino ad un massimo di 17 consiglieri in base alla popolazione della zona. Tutti gli organi svolgono la loro attività a titolo gratuito.

  • Il consiglio di zona 1 comprende i quartieri Corea, La Cigna, Porta a Terra, Shangay, Sorgenti, Bastia-Fiorentina, Torretta (numero consiglieri da 9 a 15).
  • Il consiglio di zona 2 comprende i quartieri Benci, Centro, Garibaldi, Gorgona, Magenta, Pontino, San Marco, Venezia. (numero consiglieri da 9 a 17).
  • Il consiglio di zona 3 comprende Cappuccini, Fabbricotti, San Jacopo, Porta a Mare (consiglieri da 9 a 17).
  • Il consiglio di zona 4 comprende Coteto, Leccia, Sughere, Limoncino, Salviano, Scopaia, Collinaia, Valle Benedetta (consiglieri da 9 a 15).
  • Il consiglio di zona 5 comprende Antignano, Ardenza, La Rosa, Montenero, Castellaccio (consiglieri da 9 a 15).
  • Il consiglio di zona 6 comprende Stazione, Colline, Ospedale (consiglieri da 9 a 13).
  • Il consiglio di zona 7 comprende Quercianella (consiglieri da 3 a 7).

Chi può candidarsi

In occasione dell'elezione dei consigli di zona, può candidarsi chi ha diritto al voto e non si trovi in condizioni di incandidabilità, ineleggibilità o incompatibilità. Ci si può candidare nel quartiere di residenza o, in alternativa, nel quartiere in cui svolge attività lavorativa o associativa. La candidatura deve essere sostenuta da un minimo di 25 elettori residenti nella zona per la quale il candidato si presenta. 

Chi può votare

Possono votare per i consigli di zona i cittadini italiani e stranieri residenti nella zona per cui votano, che abbiano compiuto sedici anni e che non siano interdetti al voto secondo la legge. Gli stranieri non comunitari devono essere residenti in Italia da almeno 5 anni.

Come e quando si vota

Si voterà dal 27 marzo al 2 aprile 2023, in modalità online, registrandosi e accedendo con Spid o con Carta d'Identità Elettronica. Sarà possibile votare anche recandosi di persona, con un valido documento di identità, nelle sedi fisiche che il Comune di Livorno metterà a disposizione, dove sarà presente personale specializzato in grado di fornire assistenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consigli di zona, in primavera le elezioni: cosa sono, chi può candidarsi e la loro composizione

LivornoToday è in caricamento