Cronaca

Contributi straordinari per il turismo, il Comune prepara il bando per gli accompagnatori esclusi dal primo sostegno

La soddisfazione del sindacato Usb: "Importante il percorso di confronto con l'amministrazione". L'assessore Garufo: "Serviva un passaggio con sindacato, associazioni e Confcommercio per capire quanti operatori erano rimasti fuori. Un piccolo aiuto, ma nessuno doveva rimanere escluso"

Erano stati esclusi dai primi contributi destinati agli operatori del turismo con partite Iva, ma a breve anche gli accompagnatori turistici potranno partecipare a un bando che consentirà loro di accedere ai fondi messi a disposizione del Comune di Livorno. "Un piccolo aiuto", come riconosce l'assessore Rocco Garufo, ma che farà piacere a una decina di lavoratori e lavoratrici decisamente tra i più colpiti dalla pandemia. A esultare, anche il sindacato Usb e l'associazione Noi Turismo che, a metà dicembre scorso, avevano sollevato la questione insieme a Confcommercio.

"Già a fine dicembre - dicono da Usb - il comitato Noi Turismo Livorno insieme al nostro sindacato aveva manifestato di fronte al Comune contro questa esclusione giudicata dagli stessi lavoratori e lavoratrici assolutamente discriminatoria. Dopo la manifestazione avevamo ottenuto un incontro con l'assessore di riferimento, Rocco Garufo, che ringraziamo per la disponibilità, spiegando le nostre ragioni. Notizia di questi giorni la probabile pubblicazione, nelle prossime settimane, di un nuovo bando di sostegno rivolto proprio agli accompagnatori turistici".

E a confermare la notizia è direttamente l'assessore Rocco Garufo che spiega: "Serviva un passaggio con Confcommercio, sindacato e associazioni di categoria per capire quanti fossero effettivamente i beneficiari - dice Garufo. Alla fine, interpellando anche le guide storiche, è emerso che erano una decina gli accompagnatori rimasti fuori. Si tratterà di un bando da poche migliaia di euro, ma almeno nessuno rimarrà escluso".

Una collaborazione tra tutte le parti in causa che ha portato dunque a una soluzione. "Ci auguriamo che il percorso di confronto con l'amministrazione comunale vada avanti anche in futuro - dicono ancora da Usb - nella speranza che il settore turismo riesca a ripartire il prima possibile. Noi Turismo e Usb vigileranno affinché il 'pretesto' della pandemia non sia utilizzato per abbassare, ancora di più, le condizioni di lavoro di migliaia di operatori già provati da mesi di stop dovuto ovviamente alla pandemia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contributi straordinari per il turismo, il Comune prepara il bando per gli accompagnatori esclusi dal primo sostegno

LivornoToday è in caricamento