rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

Rifiuti, scattano i controlli sulla gestione: nel mirino cestini, cassonetti e la pulizia delle strade

Prende il via l'attività sul servizio di gestione da parte dell'Autorità d'Ambito Ato Toscana Costa. Salvetti: "Un passaggio che attendevamo per migliorare il servizio"

Verifiche a campione, o su specifiche aree critiche individuate dall'Ato (Ambito territoriale ottimale) per verificare la corretta esecuzione del servizio da parte del gestore. Un'attività di controllo che per un anno è stata affidata ad una società di Arezzo, che avrà proprio il compito di compiere queste verifiche nelle decine e decine di Comuni toscani che fanno parte del territorio servito. Si parla di 84 comuni che coprono oltre 1 milione di abitanti per un valore del servizio di circa 261 milioni di euro.

Per far questo andranno a controllare, ad esempio, che le strade siano state spazzate correttamente, che i cestini stradali siano stati svuotati secondo il calendario stabilito, che i cassonetti della raccolta differenziata siano mantenuti in buono stato di efficienza e pulizia, che la pulizia dei mercati avvenga nei tempi stabiliti, che centri di raccolta siano gestiti in modo corretto. Nel caso in cui emergano violazioni al contratto di servizio potranno anche scattare le contestazioni. I comuni potranno dire la loro suggerendo le zone o i servizi da monitorare con maggiore attenzione.

Salvetti: "Un intelligente sistema di monitoraggio e salvaguardia della qualità"

"Una mia preoccupazione al tempo rispetto all'ingresso di Aamps in Retiambiente – ha detto il sindaco Luca Salvetti -  è stata quella relativa al fatto che entrando in un ambito più ampio, in un sistema più articolato, fosse possibile mantenere la possibilità di controllare e di avere un immediato rapporto e riscontro su quello che stava accadendo ad uno sei servizi più importanti e fondamentali sul territorio e all'interno della propria città. La risposta che ho ricevuto - ha aggiunto - è stata assolutamente convincente, cioè si stava realizzando un sistema intelligente di monitoraggio, controllo e salvaguardia della qualità del servizio all'interno di Retiambiene. Vogliamo migliorare il servizio, ma preservare anche i livelli raggiunti in precedenza, ovvero partire da lì e non mettere in discussione i capisaldi che ogni città ha. Quindi la presentazione del servizio di gestione rifiuti è quello che attendevamo".

Alessandro Mazzei, direttore generale di Ato Costa, ha spiegato che si tratta "di un altro passo verso l’entrata a regime del servizio in tutto il territorio dell’ATO, con l’attivazione di un importante sistema di controlli sulla qualità del servizio erogato da RetiAmbiente e dalle sue società operative, sempre nell’ottica di tutelare l’utenza e assicurare un servizio di alta qualità a costi contenuti". "Il compito di Gestione ambientale srl - afferma Marzio Lasagni amministratore unico  - sarà quello di vigilare sulla corretta erogazione del servizio da parte del gestore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, scattano i controlli sulla gestione: nel mirino cestini, cassonetti e la pulizia delle strade

LivornoToday è in caricamento