Coronavirus, Borrelli: "Quarantena ancora lunga. La fase 2 dal 16 maggio? Possibile, ma non vorrei dare date"

L'annuncio del capo della Protezione civile: "Non credo che l'emergenza termini prima dell'1 maggio, ma dipenderà dai dati. Saranno gli esperti a dirci le modalità della ripresa"

Il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli (foto ANSA)

La quarantena potrebbe durare fino al prossimo 1 maggio e anche oltre. Ad anticiparlo, a Rai Radio 1, il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, per il quale l'emergenza Coronavirus che sta colpendo il nostro Paese ci costringerà a "restare a casa ancora per molte settimane". Un annuncio che arriva appena due giorni dopo la proroga delle attuali misure restrittive fino al 13 aprile e che, dopo Pasqua e Pasquetta, potrebbe costringere gli italiani a trascorrere all'interno delle proprie abitazioni anche il 25 aprile, festa della Liberazione, ed il 1 maggio, festa dei lavoratori.

Borrelli: "Primo maggio in casa, inizio della fase 2 intorno al 16 maggio"

"Credo proprio che dovremo trascorrere il 1 maggio in casa - ha dichiarato Borrelli -, non penso che questa emergenza sarà terminata per quella data. Adesso la situazione in termini di contagi è pianeggiante: questo ci permette di respirare, soprattutto per quanto riguardo le strutture sanitarie e le terapie intensive. Possiamo gestire l'emergenza con minor affanno e questo è stato possibile grazie ai comportamenti che sono stati messi in atto e che devono assolutamente permanere. Dobbiamo andare avanti con il massimo rigore, rispettando le regole di prudenza e restando a casa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Borrelli si è poi così espresso sulla data del possibile inizio della cosiddetta fase 2, quella nella quale si avrà un graduale ritorno alla normalità pur convivendo ancora con il virus: "Su questo scenario stanno lavorando gli esperti, saranno loro a dirci le modalità operative di questa ripresa. 16 maggio? Può essere, così come potrebbe essere prima o dopo, dipenderà dai dati: oggi siamo in una situazione stazionaria, dobbiamo vedere quando inizia a decrescere. Non vorrei dare date, ma da qui al 16 maggio potremmo avere ulteriori dati positivi, così da poter riprendere le attività e iniziare la fase 2".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi: 176 tra Livorno e provincia, 1145 in Toscana. Il bollettino di giovedì 22 ottobre

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

  • Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento