menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Fondazione Livorno dona 100mila euro alle associazioni di volontariato

Il contributo servirà da sostegno delle persone fragili. All'ospedale cittadino arrivati i caschi di ventilazione donati dall'ente

Prosegue l'emergenza coronavirus e cresce di giorno in giorno la macchina della solidarietà  attivatasi a sostegno delle strutture ospedaliere e del personale medico impegnato in prima linea. In quest'ottica continua anche l'impegno di Fondazione Livorno che, dopo aver sostenuto il nosocomio con l'acquisto di dispositivi sanitari, rafforza il suo intervento a favore del territorio della provincia di Livorno istituendo un fondo di 100mila euro per fronteggiare gli interventi sociali attivati in conseguenza della diffusione del Covid-19. La somma sarà messa a disposizione di quelle attività sociali promosse dal 9 marzo 2020, o che sono state potenziate o adattate alla nuova situazione, per sostenere i servizi di prossimità a supporto delle "domiciliarità forzate" di persone fragili.

Ecco chi potrà accedere al contributo della Fondazione Livorno

Il finanziamento aiuterà il mondo del volontariato impegnato nei servizi di emergenza sanitaria o nella consegna a domicilio di pasti e di medicinali, nel supporto psicologico e nella sorveglianza attiva per anziani e risponderà così al bisogno di cura di categorie di persone particolarmente
svantaggiate.
Possono presentare domanda gli enti del terzo settore e altri soggetti di carattere privato senza scopo di lucro che operano nel territorio di competenza della Fondazione che siano in grado di svolgere con efficacia ed efficienza le attività necessarie in questa fase di emergenza.

All'ospedale ecco i caschi per la ventilazione donati dalla Fondazione 

La prima fornitura di caschi per la ventilazione donati da Fondazione Livorno è arrivata all'ospedale cittadino. Altri sono in arrivo non appena l'azienda produttrice sarà in condizione di inviarli. Con questa dotazione il team di medici e infermieri del presidio livornese sarà in grado di affrontare con maggiori strumenti il picco di contagi previsto per i prossimi giorni, allestendo 33 nuove postazioni per l'eventuale ingresso di pazienti affetti da Covid-19 che necessitano un intervento immediato per problemi di ossigenazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento