Coronavirus Livorno, l'allarme degli asili nido privati: "Soli e abbandonati, rischiamo la chiusura"

Le strutture, chiuse a causa dell'emergenza Covid-19, chiedono l'intervento del Comune: "Posti di lavoro a rischio, rivedere la distribuzione dei fondi"

"Soli e abbandonati dalle istituzioni", con "decine di dipendenti a rischio" e la "possibilità che, anche alla fine dell'emergenza Coronavirus, i cancelli rimangano chiusi". Questo l'allarme lanciato dagli asili nido privati autorizzati dal comune di Livorno, i quali, in una nota inviata al sindaco Luca Salvetti, hanno chiesto di rivedere i criteri di distribuzione dei fondi Miur '0-6' e di poter tornare a lavorare con le prime riaperture delle strutture commerciali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci hanno abbandonato, il Comune riveda la distribuzione dei fondi per l'emergenza Covid-19"

"Da tempo lavoriamo sul territorio accogliendo decine e decine di bambini, costruendo con loro e con le famiglie un percorso fondamentale per la crescita e consentendo alle madri di potersi inserire nel mondo del lavoro - hanno sottolineato i responsabili di Le Giuggiole, Baby Birba, Do mi sol, L'isola che non c'è e Girotondo -. Ci siamo integrati nel servizio pubblico, negli anni in difficoltà nel soddisfare la domanda di servizi 0-3, ma adesso siamo abbandonati. Nessun aiuto pubblico concreto, rette non pagate e nessun contributo da Stato, Comuni e Regioni, come avviene invece per le strutture pubbliche convenzionate. Adesso, a più di un mese dalla chiusura, senza risposte concrete, l'allarme si fa sempre più serio. Costi d'affitto, di manutenzione e per i professionisti incidono per più del 30 per cento sui ricavi mensili. Il Comune - hanno chiesto - riveda i criteri di distribuzione dei fondi Miur 0-6, previsti dalla legge 107/2015, sia dell'anno 2019/2020 che del 2020/21, con specifica assegnazione a favore dei nidi d'infanzia pubblici, convenzionati, ma anche privati. In qualità di contributi straordinari a compensazione dei mancati introiti dovuti all'emergenza Coronavirus".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi: 176 tra Livorno e provincia, 1145 in Toscana. Il bollettino di giovedì 22 ottobre

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

  • Livorno, inizia l'era di Giorgio Heller: "Piazza importante, pronti a rinforzare la squadra. Le pendenze? Saranno saldate"

  • Coronavirus nelle Rsa, boom di casi: oltre 100 i positivi tra ospiti e operatori. E Coteto diventa struttura Covid

  • Coronavirus: 109 positivi tra Livorno e provincia, 1290 in Toscana. Il bollettino di venerdì 23 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento