Coronavirus Toscana, il bollettino di lunedì 9 marzo: nessun livornese tra i 43 nuovi casi positivi in regione

La diffusione del Covid-19 nei dati forniti dalle Asl. Rossi: "Reparti 'bolla' per chi non ha stretta necessità di terapia intensiva"

Sono 43 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Toscana nelle ultime ventiquattro ore, ovvero dieci in meno rispetto al giorno precedente. A darne notizia è il consueto bollettino della Regione Toscana, basato sui dati forniti dalle Asl territoriali, relativo alle ore 12 di oggi lunedì 9 marzo. Dall'inizio dell'emergenza coronavirus, dunque, i contagiati in tutta la regione salgono a 208, comprese tre persone clinicamente guarite, un deceduto e un paziente definitivamente guarito. Nessun nuovo caso a Livorno, dove i pazienti ricoverati o in isolamento domiciliare restano cinque (e altri cinque in provincia), di cui uno ancora in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione.

Coronavirus Livorno, l'appello di Salvetti: "Evitate luoghi affollati, serve buon senso"

Questa la suddivisione per provincia di segnalazione o ricovero fino ad oggi, che può non coincidere con quella di residenza: 51 a Firenze, 16 a Pistoia e 5 Prato (totale Asl centro: 72); 31 a Lucca, 28 a Massa Carrara, 20 a Pisa, 10 a Livorno (totale Asl Nord-Ovest: 89); 6 a Grosseto, 29 a Siena e 12 ad Arezzo (totale Asl Sud est: 47). Salgono inoltre a 2.522 le persone in isolamento a casa in tutta la Toscana, 128 in più rispetto a ieri. Di queste, 716 erano le persone prese in carico da numero dedicato e 1.086 da contatti stretti con casi positivi. In totale, dall'inizio dell'emergenza, sono state testate 1711 persone di cui 1432 negative, 208 positive e 71 in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, i livornesi non rinunciano al lungomare. Ma in pochi rispettano le misure di prevenzione

Rossi: "Repati bolla per chi non ha stretta encessità di terapia intensiva"

Al di là del numero dei contagi, è il presidente della Regione, Enrico Rossi, a fare chiarezza sulla situazione negli ospedali della Toscana e nei reparti maggiormente stressati dall'emergenza: "In Toscana dal 2005 ad oggi i posti letto di terapia intensiva sono aumentati del 30%: da 347 a 447 - spiega Rossi -. Credo che sia un numero molto alto rispetto agli altri che ci sono nel Paese. Nelle terapie intensive prenderemo in carico i pazienti che ne hanno necessità". Posti che, tutta via, potrebbero anche non bastare per far fronte all'emergenza Coronavirus e curare tutti coloro che ne hanno bisogno. "Oltre a quelle presenti nel pubblico, cercheremo di utilizzare anche le terapie intensive presenti nel privato. Però sarebbe un errore concentrare tutto nelle terapie intensive. Per coloro che non hanno necessità della terapia intensiva, ma non possono neanche essere assistiti a domicilio, creeremo una sorta di reparti 'bolla', asettici, sigillati al Coronavirus. In una ventina di ospedali che abbiamo già individuato, saranno a disposizione 2-3.000 posti letto per adeguare la cura al livello dei bisogni. Reparti dove queste persone saranno curate da internisti, infettivologi, pneumologi, immunologi. Inoltre abbiamo deciso di fare il tampone a tutti coloro che verranno in ospedale. E ancora, creeremo degli 'alberghi sanitari', per le persone che non possono stare in isolamento a casa, con personale dedicato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

  • Chef sorpreso nella sua villetta con oltre 8 kg di marijuana e 700 piante di canapa indiana: 46enne arrestato. Foto e video

  • Caos Livorno, Ghirelli (presidente Lega Pro): "Spinelli deve fare un passo avanti, è l'unico che può salvare il club"

  • Caos Livorno | Fideiussione in ritardo, Navarra si tira fuori: "Stanco di CereaBanca e di Spinelli. Paghino loro, io vado in tribunale"

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

  • Coronavirus: 45 nuovi positivi tra Livorno e provincia, 581 in Toscana. Il bollettino di giovedì 15 ottobre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento