menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Salvetti ai livornesi: "Evitate assembramenti e rispettate i divieti. Ci aspetta una settimana difficile"

L'appello del sindaco, rivolto soprattutto ai giovani, dopo le disposizioni del nuovo decreto della presidenza del Consiglio: "Ieri abbiamo visto troppa gente in Venezia o in via Cambini. Siate responsabili"

Cinema e teatri chiusi, manifestazioni sportive stoppate, bar e ristoranti con limitazioni. Insomma, massima prudenza e attenzione per cercare di contenere il più possibile la diffusione del Coronavirus. Soprattutto questa settimana, la più difficile da gestire secondo gli esperti. Per questo, nella notte di domenica 8 marzo, la presidenza del consiglio dei ministri ha varato un decreto con nuove norme restrittive che impongono divieti e regole di comportamento da rispettare anche al di fuori delle zone rosse. Norme sulle quali ha voluto fare chiarezza anche il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, il quale si è rivolto direttamente ai cittadini per chiedere loro la massima collaborazione e il più alto senso di responsabilità, esortando soprattutto i giovani a non ammassarsi nei posti maggiormente frequentati in città per aperitivi e dopocena.

Salvetti: "Troppa gente in Venezia e in via Cambini, evitate assembramenti"

"È bene fare un punto della situazione tutti insieme dopo l'uscita del nuovo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri - dice il sindaco di Livorno, Luca Salvetti -, a patire dai provvedimenti indicati anche al di fuori delle zone rosse. Sono sospesi le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, anche cinematografici e teatrali, svolti in qualsiasi luogo, privato o pubblico. Sono sospese le attività di pub, scuole ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche e locali assimilati con sanzioni di sospensione dell'attività in caso di violazione delle normative".

"È un passaggio molto importante perché nei giorni scorsi e nella serata di sabato abbiamo visto assembramenti con molti livornesi  in alcuni luoghi maggiormente frequentati, tipo in Venezia, in via Cambini, sul lungomare. Non ci sono divieti in questo senso, ma in questo caso vale la regola del buon senso e l'attenzione di ogni singolo cittadino e soprattutto dei ragazzi più giovani, ai quali chiedo in questa settimana di allentare la loro voglia di stare insieme, senza allarmismi ma con coerenza e grande capacità di ragionare". "Altro elemento significativo - conclude il sindaco - è contenuto nell'articolo 3 del dpcm: è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone aziane o affette da patologie croniche di rimanere a casa. Si raccomanda inoltre di limitare il più possibile a tutte le persone gli spostamenti. Bisogna capire che la prossima settimana è fondamentale: non siamo in zona rossa, ma dobbiamo fare di tutto per arginare questa situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bonus cultura: come attivarlo per fare acquisti su Amazon

social

Riciclare le uova di Pasqua: tre ricette facili e veloci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento