Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Coronavirus Livorno, mascherine obbligatorie dal 20 aprile. Ma aumentano i furti in cassetta

Da lunedì i presidi saranno obbligatori, ma diverse sono le segnalazioni di cittadini derubati. Il sindaco: "Cercheremo di rifornirli nuovamente in attesa del secondo slot dalla Regione"

Livorno è pronta. Il primo lotto di mascherine, 341mila pezzi arrivati dalla Regione, è stato distribuito tra i 160mila residenti e da lunedì prossimo 19 aprile entrerà in vigore l'ordinanza regionale che impone l'obbligo, in tutta la Toscana, dell'utilizzo dei dispositivi di sicurezza. Mancano ancora quelli per i domiciliati, una piccola parte della popolazione che sarà comunque rifornita nelle prossime ore, come assicurato dall'amministrazione comunale. "E cercheremo di distribuirne di nuove anche a quei condomini che ne avessero subito il furto - assicura il sindaco di Livorno, Luca Salvetti -. Anche se, già dalla prossima settimana, la Regione dovrebbe inviare un secondo lotto di presidi che, secondo le disposizioni del governatore,  sarà distribuito direttamente nei supermercati e nelle farmacie".

Furto di mascherine, lo sfogo dei cittadini livornesi: "Atti vergognosi"

E proprio il furto di alcune mascherine dalla cassetta delle lettere di un residente in Borgo Cappuccini, infatti, non sarebbe un caso isolato, anzi. A giudicare dalle numerose segnalazioni pervenute e dalle parole di Giovanni Giannone, titolare dell'Agenzia Espressi che si sta adoperando per la distribuzione dei dispositivi in tutta la città, purtroppo si tratta di una situazione comune a molti cittadini. C'è chi parla di "atto vergognoso", chi di "inciviltà" e chi di "profonda bassezza", ma in molti si chiedono come comportarsi in questi casi. 

Coronavirus, ecco come smaltire le mascherine monouso

Da Fabbricotti a Coteto, dalle Sorgenti alla Venezia. Stando alle lamentele dei cittadini, sembra che nessun quartiere di Livorno sia rimasto immune dai furti dei dispositivi. "Magari chi le ha prese, il giorno dopo ti saluta con un sorriso" il commento di Martina, a cui fa eco Lorenzo: "Me lo aspettavo, specie per chi ha le cassette fuori". In un palazzo in via degli ebrei vittime del nazismo una delle situazioni peggiori: "A più di una metà dei condomini sono state rubate, non ci sono parole". Il coro di disprezzo per quanto accaduto è unanime: "Sono atti vergognosi, di una bassezza infinita" sentenzia Fabio, "Ecco l'egoismo becero di certi cittadini".

Gianni Giannone-3Furto di mascherine, Giannone: "Arrivate molte segnalazioni, fatto il possibile per limitare i furti"

L'attuale delegato provinciale del Coni prova a fare il punto della situazione: "Abbiamo cercato di limitare al massimo la possibilità di furti cercando di inserire tutte le mascherine all'interno delle cassette delle lettere, ma purtroppo a volte questo non è stato possibile. Abbiamo ricevuto molte segnalazioni a riguardo e quello che abbiamo consigliato è di mettersi in contatto con la protezione civile".

Livorno, terminata la consegna delle mascherine

Dal canto suo la protezione civile, in questi giorni, è stata impegnata nel coordinare la distribuzione, conclusasi giovedì 16 aprile. Restano ancora 20mila pezzi in dotazione al Comune di Livorno che li consegnerà a coloro rimasti senza perché sprovvisti del proprio cognome sulla cassetta delle lettere o perché domiciliati ma non residenti. A loro sarà data la precedenza, poi, compatibilmente con la disponibilità di mascherine rimaste, si potrà pensare a come agire nei confronti di chi ha subito un furto che, nel frattempo, potrà segnalare quanto accaduto alla protezione civile cittadina tramite il numero verde 800688572 o inviando una mail all'indirizzo protezionecivile@comune.livorno.it.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Livorno, mascherine obbligatorie dal 20 aprile. Ma aumentano i furti in cassetta

LivornoToday è in caricamento