Emergenza Coronavirus, sorpresi a lavare l'auto e denunciati per non aver rispettato i divieti del dpcm

Le scuse ai carabinieri non sono servite a evitare la denuncia. Solamente tre giorni fa un uomo era finito nei guai per lo stesso motivo

Appena tre giorni fa, con la scusa di essere uscito per consegnare la spesa alla figlia, un uomo ne aveva approfittato per lavare l'auto. Un malcostume che i carabinieri hanno riscontrato anche nella tarda mattinata di ieri, sabato 21 marzo, quando hanno sorpreso altre due persone intente a pulire le proprie macchine. Gli uomini dell'Arma si sono avvicinati a due uomini di circa 40 e 60 anni a un autolavaggio ad Ardenza facendo loro presente che la loro attività non rientrava nelle necessità valide per uscire di casa. A nulla sono valse le scuse dei due cittadini, denunciati ai sensi dell'articolo 650 del codice di procedura penale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, sorpresi a bordo di un'auto senza assicurazione e revisione: denunciati

I controlli da parte dei militari dei carabinieri sono proseguiti tutta la mattina e si sono concentrati sulle persone che stavano effettuando attività fisica: a tutti è stato ricordato che è consentito farlo solamente nelle vicinanze di casa in base alle restrizoini del decreto allora vigente. Le attività dei carabinieri proseguiranno anche anche nella giornata di domenica, specialmente sul lungomare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento