menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, l'ospedale di Livorno chiede alla Toscana il farmaco definito "anti Covid-19"

In totale la Regione ha chiesto 164 confezioni del Tocilizumab, utilizzato per curare l'artrite reumatoide, che si sta rivelando efficace anche nel trattamento dei sintomi del nuovo virus

L'ospedale di Livorno, così come altri nosocomi della regione, ha richiesto l'arrivo del Tocilizumab, il farmaco distribuito gratuitamente dalla Roche che, secondo quanto emerso, si starebbe rivelando efficace anche nel trattamento dei sintomi del Coronavirus nei pazienti gravi. In totale la Toscana ha fatto richiesta per 164 confezioni e i casi autorizzati all'impiego sono i 61: 7 ad Arezzo, 5 a Lucca, 5 a Livorno, 13 a Careggi, 12 a Pisa, 2 a Grosseto, 10 a Empoli e 7 a Siena.

Coronavirus, al via la sanificazione di strade e piazze

La procedura definita con il produttore prevede un contatto diretto tra l'ospedale richiedente e la direzione medica dell'industria per definire le modalità di impiego sulla base dei parametri clinici del singolo paziente.  Come spiegato dalla Regione, "si tratta di un farmaco che è ad oggi autorizzato per la cura dell'artrite reumatoide e trova impiego in ambito oncologico. Occorre quindi ribadire l'impiego a livello compassionevole del farmaco dato il livello attuale delle conoscenze sulla reale utilità in questa patologia infettiva". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento