Coronavirus Livorno, Salvetti: "Uscite con figli? Servono cautela e buon senso, siamo ancora in emergenza"

Il sindaco invita alla massima cautela dopo la circolare del Viminale che consente a un genitore per volta brevi passeggiate con i bambini

Non proprio passeggiate, ma brevi camminate. E comunque vicino a casa, rispettano le distanze e continuando a osservare le misure per limitare la diffusione del Coronavirus. Con queste doverose precisazioni il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, ha messo in chiaro le direttive della circolare del Viminale, diffusa martedì 31 marzo, a proposito della possibilità concessa a un genitore per volta di casa con i figli piccoli. Con un invito ulteriore: "Se proprio si decide di uscire con i figli, lo si faccia con massima cautela e buon senso", le parole del sindaco.

Circolare ministeriale, consentito uscire di casa per camminare con i figli

Nello specifico, la circolare firmata dal capo di gabinetto del ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, dice che i figli possono essere accompagnati da un solo genitore. Inoltre, deve trattarsi di minorenni, bisogna restare in prossimità della propria abitazione e per un percorso breve. Resta vietato stare a meno di un metro di distanza dagli altri e andare in parchi, ville, giardini pubblici, aree giochi

Salvetti: "Massima cautela e buon senso, non possiamo allentare le maglie"

"Invito i cittadini livornesi - dice il sindaco Luca Salvetti insieme alla comandante della polizia Municipale, Annalisa Maritan -, se decidono di uscire con i propri figli, così come è stato consentito dalle scelte del governo, di usare la massima attenzione e di farlo per poco tempo, come precisa la circolare, rimanendo vicino a casa. La cautela deve essere massima e soprattutto il buon senso. Livorno finora ha risposto benissimo al dpcm #IoRestoAcasa, con grande senso civico e rispetto delle norme. Bisogna proseguire su questa strada. Non possiamo pensare di allentare le maglie, l'emergenza è in corso ed il rischio di ammalarsi e diffondere il virus è molto alto".

Raspanti: "Mantenere senso di responsabilità dimostrato finora"

"Sappiamo che le famiglie con figli piccoli sono alle prese ogni giorno con varie difficoltà - aggiunge l'assessore al sociale, Andrea Raspanti - non intendiamo sdrammatizzarle. Ma è importante, adesso più che mai, che ogni nostro gesto sia improntato al senso di responsabilità che finora abbiamo dimostrato adeguando le nostre vite a condizioni radicalmente nuove per ridurre al minimo la diffusione del virus. Più saremo diligenti, prima potremo sperare di tornare alla nostra quotidianità, che forse mai come adesso ci appare preziosa"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento