Coronavirus Livorno, i sindacati: "Servono assunzioni e più posti letto negli ospedali"

L'allarme di Cgil, Cisl e Uil: "Non possiamo farci trovare impreparati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte di Cgil, Cisl e Uil riguardante la situazione dei posti letto negi ospedali. 

La recrudescenza dell'epidemia Covid richiede scelte coraggiose e rapide. La straordinaria situazione in corso non può essere gestita in modo ordinario. Non possiamo gestire l'emergenza con l'attuale pianta organica: utilizzare parte del personale oggi in servizio per il Covid, ricorrere con troppa intensità agli straordinari, rischia di condurre a trascurare altre attività fondamentali. Servono nuove consistenti assunzioni, laddove è possibile attingendo alle graduatorie di concorso già in essere, per non perdere ulteriore tempo. Non possiamo permetterci di allungare ulteriormente liste di attesa chirurgiche e diagnostiche già in affanno, mentre appare ora indifferibile il rafforzamento del Dipartimento di Prevenzione, così fortemente interessato dalla diffusione del virus da mettere a repentaglio l'attività di tracciamento. Servono strutture e posti-letto dedicati al Coronavirus, articolati per intensità di cura, in modo da assicurare l'appropriatezza degli interventi e la separazione dei percorsi Covid-NoCovid che scongiuri il diffondersi dei contagi nelle strutture sanitarie. L'esplosione dei contagi da Covid-19 si aggiunge alle note problematiche della sanità della nostra provincia. 

Torna su
LivornoToday è in caricamento