Cronaca

Coronavirus, farmacie prese d'assalto: mascherine terminate in poche ore. Fornai: "Ma il rifornimento è continuo"

Esauriti in pochissimo tempo i dispositivi di protezione individuale distribuiti gratuitamente dalla Regione. Il direttore di FarmaLi, Susanna Fornai: "Fornitura giornaliera, basteranno per tutti"

La distribuzione era garantita anche in alcuni supermercati della città (Coop, Lidl, Carrefour), ma alla fine i livornesi hanno preso d'assalto le farmacie per accaparrarsi le prime mascherine distribuite gratuitamente dalla Regione Toscana che ne ha reso obbligatorio l'utilizzo a partire da lunedì 20 aprile. Come era lecito attendersi, fin dalla prime ore della mattina di ieri i cittadini si sono dunque messi in fila per assicurarsi il primo stock di 5 mascherine che basterà fino a maggio, quando i dispositivi diventeranno 30 per ogni singolo cittadino. 

Coronavirus Livorno, mascherine gratuite in supermercati e farmacie: ecco dove ritirarle

Alla farmacia San Marco del dottor Lazzerini, 400 pezzi - ovvero un quantitativo per 80 persone - sono finiti in poche ore, così come alla farmacia comunale numero 8 in piazza Grande, dove intorno alle 10 del mattino erano già andati esauriti 500 dispositivi di protezione individuale. Con tanto di cartello, così come si vede in foto, "mascherine distribuite gratuitamente dalla regione esaurite", in modo tale da evitare che le persone si mettessero in fila inutilmente.

Susanna Fornai (Farma.Li): "Mascherine esaurite, ma il rifornimento è giornaliero"

"In molte delle nostre farmacie - commenta Susanna Fornai, direttrice di Farma.Li - già all'apertura c'erano persone pronte al ritiro delle mascherine e alle 9.30 erano già esaurite. La distribuzione è andata bene, non ci sono stati problemi e la nuova fornitura è prevista già per martedì 21, con la possibilità, magari più avanti, di un doppio rifornimento giornaliero e comunque continuo, un po' come avviene per i medicinali". "Oggi (ieri, ndr) è stato il giorno zero - conclude Fornai - e la Regione aveva mandato un quantitativo simile a tutte le farmacie perché non avrebbe potuto calcolare ogni singola richiesta. Le operazioni sono andate bene, anche se stiamo valutando la possibilità di fare due file separate, una per la consegna delle mascherine e una per il ritiro dei farmaci, in modo tale da snellire ulteriormente le operazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, farmacie prese d'assalto: mascherine terminate in poche ore. Fornai: "Ma il rifornimento è continuo"

LivornoToday è in caricamento