Coronavirus Rosignano, vietata l'attività fisica all'aperto. Il sindaco: "È il momento di prendersi delle responsabilità"

Nuova ordinanza di Daniele Donati che proibisce anche tutti i mercati e obbliga la chiusura delle attività commerciali nei weekend ad eccezione di farmacie, edicole e tabacchi

"Gli esperti ci dicono che stiamo andando incontro ai giorni più pesanti dall'inizio di questa epidemia, in cui ci sarà il picco dei contagi. La cosa più corretta era fare uno scatto e rafforzare ulteriormente le misure restrittive per riuscire a contenere il più possibile il contagio". Il sindaco di Rosignano Daniele Donati commenta così la sua ordinanza, in vigore dal 20 marzo fino al 25 marzo, con cui tra le altre cose sospende tutti i mercati, anche alimentari, vieta il commercio di beni non di prima necessità anche all'interno delle attività commerciali regolarmente aperte, chiude le aree di sgambamento dei cani e vieta ogni tipo di attività fisica all'aperto, anche praticata individualmente, in ogni spazio pubblico.

Coronavirus, attività all'aperto vietate a Rosignano. Il sindaco: "Ordinanza in vigore fino al superamento del picco"

Una decisione che, al pari di quella presa nelle scorse ore dal primo cittadino di Cecina, punta a fare un ulteriore scatto in avanti nella battaglia contro il contagio da Covid 19. "La cittadinanza in questi giorni ha risposto bene, questa non vuole essere una punizione - continua il sindaco Donati -, serviva però una posizione più netta, almeno fino a quando non supereremo il periodo del picco".  

Una decisione che, invece, secondo il sindaco di Livorno Luca Salvetti deve necessariamente arrivare dal governo e non dagli amministratori locali, come spiega in un video diffuso sui social. "Sostanzialmente è vero - commenta Donati -, il potere dei sindaci è quello di emanare ordinanze che rendano applicativo il decreto. Ma credo che questo sia il momento di prendersi anche qualche responsabilità in più, andando a rafforzare le misure se ce n'è bisogno". 

Coronavirus, l'ordinanza del sindaco di Rosignano: ecco i divieti nel dettaglio

Non solo il divieto di attività all'aperto. Di seguito tutte le restrizioni decise dal primo cittadino:

  • Sospensione di tutti i mercati, anche alimentari. Resta possibile la vendita di generi alimentari su posteggi fuori mercato annuali. Sono sospese le operazioni di spunta sui posteggi liberi;
  • Divieto per le attività commerciali aperte ai sensi del Dpcm dell'11 marzo di commercializzare beni non rientranti tra quelli considerati di prima necessità;
  • Divieto di ogni tipo di attività fisica all'aperto, anche se praticata individualmente, in luogo pubblico o a uso pubblico, di qualsiasi natura;
  • Chiusura al pubblico di tutte le attività commerciali nei giorni festivi. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie;
  • Chiusura dei cimiteri comunali;
  • Chiusura delle aree di sgambamento cani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento