Coronavirus Livorno, l'Rsa Girasoli è Covid-free. La direttrice: "Sanificazione continua e regole rigide su nuovi ingressi"

Controlli sanitari continui e test rapido ogni due settimane su ospiti e personale. Kerala Valerio: "Ecco come abbiamo fatto a impedire contagi nella nostra struttura"

La seconda ondata della pandemia Coronavirus ha colpito duramente la Residenze sanitarie assistenziali (Rsa). In Toscana, secondo un report della Toscana, un anziano su dieci è risultato positivo, e anche a Livorno c'è stato un boom di casi soprattutto al Pascoli e Coteto. Ai "Girasoli", gestita dal gruppo "Sereni Orizzonti", invece la situazione è diversa visto che, come testimoniano i gestori, la struttura è sempre rimasta Covid-free: "Il personale sanifica senza sosta tutti gli ambienti e applica in maniera scrupolosa le buone pratiche di prevenzione del contagio. I controlli sanitari sono continui e rigorosi: ogni due settimane vengono effettuati test rapidi antigene sui 52 ospiti così come sui 50 dipendenti e collaboratori e comunque ogni volta si manifesta un qualsiasi sintomo simil influenzale". 

Rsa Girasoli-2
(foto sereniorizzonti.it)

Rispettando l'ordinanza emessa dal governatore Giani, le visite ai parenti sono sospese: "Continua a essere garantito il servizio su appuntamento di videochiamata tramite WhatsApp - fanno sapere dall'Rsa -. Nel frattempo non si sono mai interrotti i nuovi ingressi. Seguendo le ultime linee-guida regionali, il nuovo ospite – munito di un tampone molecolare nasofaringeo negativo effettuato non oltre le precedenti 48 ore – viene collocato per un periodo di isolamento precauzionale di 10 giorni in una camera singola con bagno, adiacente a una zona filtro di vestizione/svestizione per il personale. Superata questa fase può finalmente integrarsi con tutti gli altri residenti. 

"Voglio ringraziare tutti i nostri dipendenti e collaboratori per la grande professionalità dimostrata fin dall’inizio della pandemia - le parole della direttrice Kerala Valerio -. Senza il loro spirito di sacrificio e un corretto comportamento sociale fuori dalla struttura non saremmo mai riusciti a ottenere questo risultato. Pur con tutte le limitazioni imposte dai protocolli anti-Covid, cerchiamo di realizzare attività ricreative che possano tenere alto il morale di tutti. Non lasciarsi abbattere e restare ottimisti è infatti fondamentale per la prevenzione del contagio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

Torna su
LivornoToday è in caricamento