Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus Livorno, arriva la "spesa sospesa": ecco l'iniziativa per sostenere le famiglie in difficoltà

Tanti negozi in queste ore stanno aderendo all'iniziativa lanciata dal gruppo Facebook LivornoDelivery indirizzata a persone che non hanno possibilità di acquistare neppure i generi alimentari

il cesto di Pane e Zucchero

Un spesa "in sospeso", un'idea solidale che ricalca il caffè sospeso, tradizione tutta napoletana che permette anche ai più bisognosi di godere del piacere di un bel caffè al bar. In queste ore, caratterizzate soprattutto dalla paura del coronavirus, nemico subdolo che ci ha momentaneamente separati gli uni dagli altri per farci scoprire, però, ancora uniti nella solidarietà, l'idea di offrire qualcosa a chi è in difficoltà sta prendendo piede anche a Livorno. Dopo i flashmob e le raccolte fondi, quindi, adesso la solidarietà si fa ancora più vicina con la "spesa sospesa": ovvero, qualcuno acquista beni di prima necessità e li lascia in negozio, qualcun altro che non può permettersi di fare la spesa ritira i prodotti già pagati. 

cartello spesa-2

L'idea è quella di dare un aiuto reale, tangibile e soprattutto immediato a chi, in questo momento così duro, non ha la possibilità di fare la spesa e, al contempo, non ha nessuno a cui appoggiarsi. Anche perché spesso, in situazioni del genere, entra in gioco la vergogna e la paura di esporsi troppo. E in poche ore, da quando la campagna solidale è stata lanciata attraverso un post sul gruppo facebook LivornoDelivery, sono state tantissme le adesioni da parte dei commercianti che si sono fatti avanti per ospitare l'iniziativa nei propri negozi.

Come funziona la "spesa sospesa" nei negozi di Livorno

Il concetto è abbastanza semplice:quando si va a fare la spesa - o si ordina al telefono se si preferisce la consegna a domicilio - si acquista qualcosa in più da lasciare in negozio per chi non può permettersi di pagare. Il titolare del negozio provvederà a mettere da parte i prodotti pagati e lasciati "in sospeso" o, ancora meglio, a sistemarli in un cesto ben visibile in negozio. Le persone in difficoltà avranno quindi la possibilità di ritirare gratuitamente i prodotti di cui hanno bisogno.

Le attività che hanno aderito all'iniziativa:

(elenco in aggiornamento)

  • L'arte delle carni, via Garibaldi 179
  • Bazar Amedei, via Demi 56
  • Panificio Pan di Zenzero, via Buontalenti10/14
  • Panificio Pane e Zucchero, via Roma 42
  • Panificio Burgalassi, via delle Navi 7
  • Panificio e Alimentari Maya e Pua, via dell'Ardenza 37
  • Panetteria Momi, viale Marconi 82
  • Panificio Nencioni, piazza Giacomo Matteotti
  • Alimentari Dalle Bimbe, via U. Foscolo 111
  • Alimentari Il grano in tavola, via Costanza 46/48
  • Generi Alimentari Labrodolci via Aiaccia 74 Stagno
  • Alimentari La Bottega di Laura via Antonio Mangini, 6
  • Alimentari Da Lobredo via Provinciale Pisana 61
  • Alimentari I due Fuochi, via Calatafimi 5
  • Panificio Alexe Ana Maria, via del fagiano 75
  • Farmacia Torretta, via delle cateratte, 90
  • Saponi, La Saponeria di Marilia via C. Puini 97
  • Macelleria Berretta Carni piazza Cavallotti 27
  • La Bottega di Campagna Amica piazza dei Legnami 22 (la spesa verrà consegnata al centro Homeless e alla Casa delle donne)
  • Casa del pane, Mercato Centrale banco 214
  • Macelleria Palandri Mercato Centrale banco 41
  • Alimentari e pasta fresca Bonsignori Mercato Centrale banco 60
  • Detersivi Mercato Centrale banco 12/13
  • Le dolcezze di Eva via Buontalenti 60
  • Frutta e verdura via di Salviano 515
  • Macelleria Baglini via di Salviano 519/520
  • L'angolo della spesa viale Carducci 255
  • Panificio Bardi via Lunardi 33 (zona Sorgenti)
  • Panificio Mediterraneo via Verdi 145
  • Il bello del pane via della Rondinella
  • Condominio via Inghilterra (zona Scopaia)
  • Comunità Sant'Egidio via San Giovanni
  • Associazione Il Rifugio Solidale via Mastacchi 64

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Livorno, arriva la "spesa sospesa": ecco l'iniziativa per sostenere le famiglie in difficoltà

LivornoToday è in caricamento