Coronavirus, attenzione alle truffe: operatori porta a porta abusivi, finte mail e kit di protezione senza efficacia

I consigli dei carabinieri per evitare di finire nella trappola di chi prova a speculare durante l'emergenza legata al Covid-19

È allarme truffe legate al Coronavirus. In queste settimane di emergenza sanitaria per il nostro Paese, c'è infatti chi specula su paure e debolezze per raggirare ignare vittime. Ampia la gamma degli stratagemmi messi in atto dai malintenzionati, con un repertorio che spazia dall'utilizzo del web e dei social network al classico metodo del porta a porta. Attenzione, in particolare, a false e-mail che, fornendo apparentemente utili indicazioni sanitarie o aggiornamenti sulla diffusione del virus, invitano ad aprire un allegato che in realtà mira ad impossessarsi di dati personali della vittima e alla vendita online di dispositivi di protezione individuale, apparecchiature e kit di prevenzione per contrastare il covid-19 di nessuna efficacia. Numerose, inoltre, le truffe ai danni degli anziani, con malviventi che si introducono nelle abitazioni per commettere furti o chiedere denaro con la scusa di effettuare finti tamponi.

Coronavirus, sì alle passeggiate con i disabili: "Rientrano tra i motivi di salute indicati dal decreto"

Prevenzione delle truffe, i consigli dei carabinieri

I carabinieri di Livorno, per mettere in guardia soprattutto i cittadini più vulnerabili, hanno lanciato una campagna informativa per la prevenzione delle truffe connesse all'emergenza sanitaria. Questi i consigli dell'Arma:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  1. Non aprite la porta a sedicenti medici, infermieri, incaricati di somministrare il tampone per il Coronavirus. Nessuno effettua operazioni di questo tipo senza preavviso.
  2. Non aprite a chi si presenta per eseguire disinfestazione delle abitazioni e dei condomini, o delle banconote.
  3. Non rispondete ad e-mail contenenti indicazioni sul Covid-19.
  4. Non fornite indicazioni personali per telefono, piuttosto chiedete voi un nome, un indirizzo o un recapito telefonico da verificare.
  5. Attenzione alla pubblicità ingannevole, controllate i prezzi, in particolar modo negli acquisti on-line di disinfettanti e dispositivi di protezione individuali.

I carabinieri invitano tutti coloro che ritengono di essere stati vittime di una truffa come quelle indicate a chiamare immediatamente il numero di emergenza 112 o mettersi in contatto con uno dei 27 Comandi di Stazione della provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Tragedia in viale Boccaccio, volontario della Misericordia di Montenero muore a 73 anni dopo un incidente

  • Caos Livorno, tre croci e una testa di maiale sul campo dello stadio: "Pagherete tutto". Indagano i carabinieri

  • Piombino, violenta e deruba una 70enne sulla spiaggia: arrestato 35enne

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi: 176 tra Livorno e provincia, 1145 in Toscana. Il bollettino di giovedì 22 ottobre

  • Coronavirus, non rispettano l'isolamento fiduciario e passeggiano per strada: denunciati padre e figlia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento