Crociere e turismo, la disperazione dei lavoratori di un intero comparto: "Regione e Comune ci aiutino"

Non solo guide e accompagnatori, a soffrire sono anche tassisti, Ncc, tour operator: "Da sette mesi non lavoriamo e non abbiamo alcuna entrata, siamo disperati"

Sono scesi in piazza, chiedendo aiuto al Comune e alla Regione perché da sei mesi, ovvero da quando al porto di Livorno hanno smesso di arrivare le navi da crociera, sono rimasti a casa senza lavoro. Se a risentire del lockdown e degli effetti di una pandemia non ancora vinta è infatti tutto il settore del turismo, a pagare maggiomente le conseguenze dello stop delle crociere sono tutti quei lavoratori e lavoratrici che con i turisti avevano più o meno quotidianamente a che fare. Guide, accompagnatori, tassisti, Ncc, tour operator: tutti rappresentati da una delegazione, con il sostegno del sindacato Usb, che venerdì 18 settembre si è trovata a manifestare, con tanto di tesserini ed autorizzazioni, sotto Palazzo civico, fino al confronto diretto con il sindaco Luca Salvetti e l'assessore al Lavoro Gianfranco Simoncini.

presidio mondo del turismo sotto al comune (5)-2

I lavoratori: "Chiediamo l'aiuto del comune e della regione per poter andare avanti"

"Siamo qui davanti al Comune per una questione di estrema difficoltà - commenta Eleonora che fa l'accompagnatrice turistica -. Siamo rimasti completamente senza lavoro. La maggior parte delle persone che sono qui oggi, ma che in realtà sono molte di più, lavoravano al 50% con le navi da crociera: ebbene, da marzo non ne arriva una e quindi potete capire la situazione di estrema difficoltà che stiamo vivendo". "Siamo anche consapevoli - prosegue Eleonora - che molti turisti eviteranno ancora per un po' di prendere la nave per paura dei contagi. Per questo, dal momento che da sette mesi siamo senza entrate, chiediamo un aiuto al Comune, ma sopratutto alla Regione. Siamo qui per sensibilizzare le istituzioni e vogliamo ricordare che nel settore del turismo non lavorano solo guide e accompagnatrici, ma ci sono anche i tassisti, gli ncc (noleggio con conducente), i tour operator e molte altre categorie. Cosa chiediamo? Al Comune, se possibile, di venirci incontro con piccoli sgravi fiscali su tasse comunali, ma sopratutto che ci accompagni in Regione, perchè la regione Toscana ha ben altre risorse".

presidio mondo del turismo sotto al comune (2)-2

Salvetti: "Massimo impegno, vogliamo continuare a promuovere la città"

"Il problema è ben noto e riguarda tutto il Paese - il commento del sindaco Luca Salvetti -. A Livorno, da parte dell'amministrazione comunale tutto quello che poteva essere fatto è stato fatto. Lo avete visto a livello di iniziative, eventi, proposte e anche di promozione del territorio: siamo stati forse una delle poche realtà che si è mossa realmente, il resto delle città toscane hanno fatto pochissimo. Per quanto riguarda le crociere ho avuto notizia che a ottobre ci sarà qualche passaggio di navi. Il periodo, lo so, non incoraggia, però i responsabili di Msc ci hanno detto che vogliono riprendere a lavorare su Livorno. Sapevamo che la fase più difficile sarebbe arrivata non durante la chiusura ma dopo e stiamo cercando di capire quanto sarà lunga la fase di ripresa. La nostra voglia, come abbiamo dimostrato durante l'estate, è di continuare a promuovere questa città e a fare venire persone da fuori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Usb: "Al fianco dei lavoratori e della lavoratrici attendendo una ripresa che qui non c'è ancora stata"

Al fianco dei lavoratori e della lavoratrici, anche il sindacato Usb. "Stiamo sostenendo il coordinamento nazionale che si è formato che si chiama 'Noi turismo' - commenta il delegate sindacale di Usb, Giovanni Ceraolo - che racchiude tutte quelle figure che lavorano o lavoravano nel settore del turismo, dalle guide ai tassisti per arrivare al facchinaggio portuale e quant'altro. A Livorno c'è stato lo stop completo delle crociere che ha voluto dire non lavorare per diversi mesi, in alcune città c'è stata qualche timida ripresa ma qui ancora niente. Siamo al fianco di tutte queste persone e le aiuteremo nel loro percorso".  Un impegno con una proposta finale: creare una sorta di sinergia tra le città toscane in modo da passarsi i turisti e poter lavorare tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caos Livorno, inizia l'esodo dei giocatori: Mazzarani, Maestrelli e Kasa i primi a lasciare il Coni

  • Delirio in Piazza Attias | Carabinieri e Municipale aggrediti da una cinquantina di ragazzini con calci, bastoni e pietre

  • Coronavirus Livorno, esercizi commerciali di vendita al dettaglio aperti dalle 6 alle 22: l'ordinanza di Salvetti

  • Venezia, movida irresponsabile con assembramenti, fumogeni e risse: gli interventi delle forze dell'ordine

  • Coronavirus: 45 nuovi positivi tra Livorno e provincia, 581 in Toscana. Il bollettino di giovedì 15 ottobre

  • Coronavirus Toscana, dal 18 ottobre i tamponi si possono prenotare online: ecco come fare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento