Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca

Decoro urbano, presentata la campagna "Sei ganzo se...". Salvetti: "Le baracchine sul lungomare saranno abbattute e ricostruite"

Il progetto prevede dialogo con i cittadini, controlli serrati e sanzioni per chi abbandona la spazzatura. L'iniziativa promossa attraverso un video che vede protagonisti i ragazzi della compagnia teatrale "Mayor Von Frinzius" diretta da Lamberto Giannini

"Piccoli passi che, messi insieme, portano a un lungo cammino". Con queste parole il sindaco Luca Salvetti ha presentato la campagna di sensibilizzazione "Sei ganzo se...", realizzata in collaborazione con Aamps per sensibilizzare i cittadini verso il decoro urbano e la cura della città, e promossa attraverso un video che vede protagonisti i ragazzi della compagnia teatrale "Mayor Von Frinzius" diretta da Lamberto Giannini.

"Lunedì 22 giugno avrà inizio il programma di pulizia, che inizierà da Villa Fabbricotti, che è location dello spot - dichiara Giovanna Cepparello, assessore all'ambiente -. L'idea è quella di rimboccarci le maniche e pulire palmo a palmo tutta la città, ma non servirà a niente senza l'intervento concreto e la collaborazione dei cittadini". Durante la presentazione del progetto sono stati affrontati numerosi temi: la raccolta porta a porta in Venezia, i controlli da parte della Municipale e la situazione delle baracchine sul lungomare. 

Decoro urbano, Salvetti: "Ricostruiremo le baracchine sul lungomare"

Il decoro urbano, oltre che dalla pulizia, passa anche dalla sicurezza delle strutture e le baracchine sul lungomare, recentemente prese di mira da un intervento artistico del collettivo #IoManifesto, sono un biglietto da visita poco consono a una città "green". "C'è un progetto, seguito dall'assessore Viviani, che prevede il loro abbattimento e la loro ricostruzione  secondo una nuova visione progettuale - assicura Salvetti -. Piano piano interverremo in tutta la città, siamo stati fermi tre mesi proprio nel periodo di esplosione della primavera e, nello stesso momento, è scaduta la concessione a chi si occupava del verde pubblico. Siamo intervenuti assegnando i lavori con bandi provvisori. Dal primo luglio ci sarà l'assegnazione alla nuova ditta incaricata". 

Cepparello: "In piazza del Luogo Pio un gazebo per la ridistribuzione dei mastelli necessari per la raccolta porta a porta"

I comportamenti scorretti sono da rivedere per il bene comune e la tutela della città. "Ci sono due cose in particolare che mi preme sottolineare - prosegue l'assessore -. I cestini getta carte non sono cassonetti, servono per raccogliere piccoli oggetti e non buste di immondizia. Stiamo cercando di far ripartire la città e la sporcizia va contro il rilancio e la rinascita. E poi ci tengo a dire nuovamente che la raccolta porta a porta va fatta con i mastelli; chi per qualunque motivo non ce li avesse può e deve richiederli. A breve verrà installato un gazebo in piazza del Luogo Pio per la loro ridistribuzione. Se i rifiuti vengono lasciati con la busta sul marciapiede qualunque azione di pulizia sarà inutile". 

Erba alta, via alle potature sul lungomare e in altre zone della città

L'abbandono di rifiuti ha registrato, nel periodo di emergenza sanitaria, un'impennata che ha costretto Aamps a interventi straordinari di pulizia per un costo di circa 300mila euro all'anno, soldi che l'amministrazione comunale intende utilizzare per interventi di valorizzazione del tessuto urbano. "Sensibilizzazione e controlli vanno nella stessa direzione - conclude Cepparello - ed è per questo che verranno aumentati i servizi di polizia".

Annalisa Maritan: "Servizi in borghese e multe a chi non rispetta le regole"

"Per noi è importante la prevenzione e non vogliamo puntare sulla repressione - spiega Annalisa Maritan, comandante della polizia municipale -, ma è importante che ci siano controlli. Faremo servizi in borghese e sono previste pensanti sanzioni che vanno da 25 a 500 euro per chi abbandona i rifiuti o non li differenzia correttamente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decoro urbano, presentata la campagna "Sei ganzo se...". Salvetti: "Le baracchine sul lungomare saranno abbattute e ricostruite"
LivornoToday è in caricamento