menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baracchine viale Italia, cantieri al Tiburón: demolizione in un mese, poi la riqualificazione. Salvetti: "Non si poteva più aspettare""

Fissato il cronoprogramma per l'abbattimento della prima struttura davanti allo scoglio della Regina, dove nel frattempo sarà realizzato un centro museo del parco della Meloria. Il sindaco: "Impossibile ritardare ancora, l'immobilismo ha portato a questa situazione"

Piazza raddoppiata, panchine nuove, pavimentazione in mattonelle e lo spostamento di un'attività (la friggitoria, ndr) nella riqualificata agorà che creerà una continuità di accesso al mare con lo scoglio della Regina, dove presto nascerà una sorta di museo del Parco della Meloria dal quale ci si imbarcherà per le visite alla torre e al faro. Il tutto, a partire dalla demolizione della prima baracchina sul lungomare del viale Italia, ovvero l'ex El Tiburón, i cui cantieri sono stati inaugurati questa mattina di sabato 27 febbraio.

Un mese per l'abbattimento della struttura, necessario anche per un'indagine sui vizi costruttivi che hanno portato al logoramento delle baracchine, e poi altri tre per un primo intervento provvisorio, perché il progetto più ampio per la riqualificazione complessiva del lungomare che va dalla Bellana alla Terrazza Mascagni è ancora tutto in fase di definizione. "Ma non potevamo più perdere tempo - attacca il sindaco di Livorno, Luca Salvetti -, alcune baracchine stanno letteralmente cadendo a pezzi ed era necessario partire. Questa situazione è figlia anche di un certo immobilismo: ecco, questa città non può più permettersi di aspettare".

Baracchine viale Italia, demolizione in autunno. Salvetti: "Così riqualificheremo il lungomare" 

Lo dice rispondendo anche alle critiche di cittadini residenti che lamentano un mancato coinvolgimento nelle decisioni prese dall'amministrazione. "Non è così - spiega Salvetti -, anche perché questo è solo il primo intervento di una progettazione complessiva ancora da definire con tecnici e architetti e ascoltando certo il parere dei cittadini. Ma poi le cose bisogna farle, altrimenti si resta fermi e non ce lo possiamo permettere. Mi viene da sorridere, poi, se penso che da mesi ci chiedono di riqualificare l'area, diventata simbolo del degrado sul lungomare tra sporcizia e abbandono, e adesso che partiamo si chiede di aspettare. Ci dispiace, ma non è più possibile".

"Partiamo da questo lato che è quello che maggiormente necessita un intervento di messa in sicurezza - conclude il sindaco -, poi penseremo alle altre baracchine, comprese quelle davanti all'acquario. L'obiettivo è ridurne il numero, ma se si contesta la riqualifcazione complessiva per il solo timore che poi il lungomare sia invaso dalle persone, mi viene da dire che sarebbe molto bello fosse così. Il museo del parco della Meloria e la passeggiata dalla Bellana alla Terrazza, con tutti i servizi del caso, potranno essere un'attrattiva non solo per i livornesi ma anche per i turisti". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Maltempo, tromba marina davanti alla Terrazza Mascagni: le foto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento