rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Castagneto Carducci

Castagneto Carducci | Deteneva illegalmente falchi, civette e passeri: denunciato 68enne

L'operazione è stata condotta dai carabinieri forestali che hanno trovato gli animali all'interno di un giardino privato in tre voliere

Quando i carabinieri forestali di Cecina e quelli del nucleo Cites di Livorno sono entrati all'interno di un giardino privato di proprietà di un 68enne di Castagneto Carducci hanno trovato all'interno di tre voliere vari uccelli selvatici risultati poi detenuti illegalmente. Tra questi un gheppio, un piccolo falco che frequenta le aree rurali, due civette, un'upupa, l'uccello con la caratteristica cresta di penne, ma anche uno storno e due passeri.

gheppio 

L'uomo è stato denunciato per detenzione di fauna selvatica protetta senza autorizzazione, gli animali invece saranno presto trasferiti in un centro specializzato con la prospettiva del rilascio in natura. Sempre che la costrizione in gabbia non abbia compromesso la loro capacità di vivere in libertà. I rapaci, il gheppio (Falco tinnunculus) e le civette (Athene noctua), appartengono a specie particolarmente protette, la cui detenzione è vietata se non autorizzata, ed è punita con l'arresto fino a due anni e l'ammenda fino a centocinquantamila euro. Per l'upupa, lo storno ed i passeri l'ammenda è di 1.548 euro.

upupa2

La fauna selvatica - evidenziano i carabinieri forestali - è patrimonio indisponibile dello Stato e ne è vietata la detenzione se non espressamente autorizzata in casi specifici, quali l'esercizio della caccia solo per alcune specie, oppure per finalità di allevamento. Non era questo il caso di Castagneto Carducci, per il quale gli animali sarebbero stati prelevati in natura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castagneto Carducci | Deteneva illegalmente falchi, civette e passeri: denunciato 68enne

LivornoToday è in caricamento