rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Limoncino

Discarica Limoncino, fermato un altro camion. Amadio (FdI): "Questore, sindaco e prefetto istituiscano un presidio"

Impedito un nuovo tentativo di conferimento, sabato 9 aprile l'escursione al Monte La Poggia indetta dal comitato. L'esponente di Fratelli d'Italia: "Istituzioni scandalose, facciano rispettare le sentenza"

Nell'attesa di una procedura d'urgenza (ex articolo 700) con il pronunciamento di un giudice che faccia definitivamente chiarezza, non si placano le tensioni a Limoncino tra i membri del comitato "No discarica" in presidio permanente e i gestori del sito di conferimento di Monte La Poggia. Anche ieri, lunedì 4 aprile, un camion carico di rifiuti ha tentato di percorrere la via del Limoncino per raggiungere l'ex cava, trovandosi tuttavia costretto a fare marcia indietro come già successo ripetutamente nei giorni scorsi

'No discarica a Limoncino', sabato 9 aprile camminata sul Monte La Poggia

Una situazione divenuta intollerabile e ad alto rischio per l'ordine pubblico, come dichiarato anche dal sindaco relazionando in consiglio comunale su quanto poco rassicrante emerso dalla conferenza dei servizi dello scorso mercoledì 30 marzo. Sindaco al quale, però, la politica chiede un maggior impegno, utilizzando tutti gli strumenti in proprio possesso per garantire innanzitutto la sicurezza. A tal proposito l'intervento della dirigente di Fratelli d'Italia, Marcella Amadio, che attacca: "Il comportamento delle istituzioni è scandaloso - dice su Facebook -: questura e prefettura dovrebbero intervenire per far rispettare le sentenze, invece, si limitano a generici quanto inutili inviti a cercare un accordo impossibile. Il sindaco dovrebbe utilizzare i poteri propri della sua carica per preservare l'incolumità fisica delle persone coinvolte".

"Stante la situazione - continua Amadio -, per far valere i propri diritti i cittadini sono costretti a stazionare per giorni e giorni h24 sulla strada del Limoncino per impedire l'accesso dei camion. Pagano le tasse, ma non ricevono servizi: dovrebbero essere il sindaco, il questore ed il prefetto a stabilire un presidio fisso delle forze dell'ordine, all'imboccatura della strada, per far rispettare (non dimentichiamolo) la sentenza della magistratura".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Limoncino, fermato un altro camion. Amadio (FdI): "Questore, sindaco e prefetto istituiscano un presidio"

LivornoToday è in caricamento