rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

Discarica del Limoncino, il Comune presenta ricorso al Tar

Nel mirino il decreto dirigenziale della Regione nell'ambito del quale è stato rilasciato il riesame dell'Aia che autorizza l'esercizio del lotto 1 dell'impianto

Il Comune di Livorno ha deciso di presentare ricorso al Tar della Toscana in merito al decreto dirigenziale della Regione nell'ambito del quale, nelle scorse settimane, è stato rilasciato il riesame dell'Aia (l'Autorizzazione integrata ambientale) già rilasciata in precedenza, confermando l'esercizio delle attività di gestione di rifiuti nel lotto 1 della discarica del Limoncino. Il Comune infatti, nell'ambito del procedimento, aveva già espresso parere negativo al rilascio, "in quanto - spiegano da palazzo civico - non risultavano approfondite le tematiche indotte dalle sentenze del Tribunale di Livorno e della Corte d'Appello di Firenze che hanno dichiarato la natura privata della unica via di accesso all'impianto, la via del Limoncino, disponendo anche il divieto di transito sulla strada a carico dei mezzi della società che gestisce la discarica".

Via del Limoncino | Livrea rimuove le auto dei frontisti, tensione con il comitato 'no discarica': "Gravissimo atto intimidatorio" 

Stando alla delibera di giunta comunale numero 626 del 22 settembre scorso "la tematica - si legge - non è stata nemmeno oggetto di nuovo approfondimento da parte del competente ufficio Via/Vas della Regione che si è semplicemente limitato ad affermare che non sussistono differenze di impatti,  in contrasto palese con quanto avvenuto in sede di rilascio della Via (autorizzazione dirigenziale provincia di Livorno numero 138/2008) dove si imponevano prescrizioni rispetto alla viabilità di accesso, nel presupposto che si trattasse di una strada pubblica o soggetta all'uso pubblico".

Denunciati per il blocco dei camion a Limoncino, Rifiuti Zero: "La Procura ha chiesto l'archiviazione, ora le istituzioni fermino la discarica" 

Una situazione che, secondo il Comune, determina "una evidente incoerenza del provvedimento di rinnovo e da questa incoerenza possono conseguire anche notevoli ripercussioni sulla pacifica convivenza nella zona interessata, come dimostrato anche dai recenti episodi che hanno visto i frontisti della via della Limoncino contrapposti ai rappresentanti della società titolare dell'impianto". Ed è da qui che matura la decisione di ricorrere al Tar, "per  tutelare, anche in sede processuale, gli interessi generali locali facenti capo alla comunità territoriale rappresentata e che, nel caso specifico, il detto interesse coincida con il diritto dei cittadini alla pacifica convivenza che potrebbe essere compromessa dalla incoerenza/illegittimità del provvedimento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica del Limoncino, il Comune presenta ricorso al Tar

LivornoToday è in caricamento