Cronaca Limoncino / Via del Limoncino

Limoncino, catena umana contro la riapertura della discarica: "Giani fermi lo scempio". Salvetti: "Faremo ricorso al Consiglio di Stato"

Grande partecipazione alla protesta dei cittadini dopo la sentenza del Tar che consente nuovamente i conferimenti nel lotto uno. Presenti tutte le forze politiche. Il sindaco: "È una questione di salute pubblica, il ricorso lo faremo noi".

"Ci sono due pareri tecnici in antitesi sulla discarica di Limoncino e da sindaco, quale responsabile della salute pubblico, devo e voglio vederci chiaro. Ecco perché l'amministrazione presenterà ricorso al Consiglio di Stato". Lo dice Luca Salvetti lungo la salita che porta all'impianto sul monte La Poggia, dove ieri domenica 9 maggio circa 300 persone tra attivisti, cittadini comuni e rappresentanti dell'associazionismo si sono ritrovati per una catena umana di protesta, con tanto di striscioni e cartelli per chiedere alla Regione e al governatore di "fermare lo scempio".

catena umana contro discarica limoncino 11-2

La sentenza del Tar, che ha accolto in parte il ricorso di Livrea, consente infatti alla società di tornare a disporre di parte della discarica per il conferimento di rifiuti non pericolosi. "Ma qui è un casino - tuona Rosaria Scaffidi, da undici anni in prima linea contro la discarica -. Giani ha tutte le carte in regola per fare ricorso al Consiglio di Stato, non vogliamo diventare la terra dei fuochi. E i livornesi si devono svegliare, devono difendere la loro città. Qui non esistono più lotto uno e lotto due, è tutto un invaso, un colabrodo".

Salvetti: "Superiamo la discarica con i soldi del Recovery plan"

Salvetti Limoncino-2

Intanto, però, la giunta livornese ha preso la sua strada: "In campagna elettorale dissi alcune cose e da allora l'amministrazione ha preso una posizione netta nei confronti della realizzazione della discarica in questo punto bellissimo - spiega Salvetti -. A luglio 2019 chiedemmo la sospensione del conferimento dei rifiuti, quindi abbiamo posto il vincolo idorogeologico facendo dei rilievi, poi stigmatizzato il comportamento di Livrea sull'utilizzo di questa strada. Non solo, abbiamo lavorato e stiamo lavorando molto sul riesame dell'Aia, cioè sulla autorizzazione ambientale di quest'area, e abbiamo infine detto alla Regione che non eravamo affatto convinti sulla divisione in due lotti".

catena umana contro discarica limoncino 0-2

"In conclusione c'è il tema della salute pubblica - continua Salvetti - e il sindaco ha l'obbligo di tutelare la salute pubblica dei cittadini. Personalmente, di fronte a due pareri tecnici contrastanti tra loro, uno dell'Arpat e l'altro del Politecnico di Milano, io ho il dovere di chiederne un terzo e capire realmente come stanno le cose. Ecco perché presenteremo ricorso al Consiglio di Stato. La Regione? Al di là delle valutazioni e dell'iter giuridico, proporremo di sfruttare i fondi che arriveranno con il Recovery plan in modo da utilizzarli con un altro progetto che superi la discarica, sia in ottica di tutela che di valorizzazione del territorio".

Le opposizioni: "Partito democratico in contraddizione"

catena umana contro discarica limoncino 13-2

C'è anche la politica locale, da sinistra a destra, a manifestare le proprie preoccupazioni e a mettere in evidenza le contraddizioni di un partito democratico che, a Livorno, è pronto a sostenere la giunta Salvetti e a opporsi alla discarica, mentre a livello regionale non si è ancora schierato e non sembra pungolare troppo la giunta che, al momento, non ha in calendario la discussione del tema.

"Sono 10 anni che protesto - dice Stella Sorgente (M5s) - e questa decisione della Regione di non ricorrere contro la decisione del Tar mi sembra veramente assurda. Bisogna che si assumano le loro responsabilità. Mi fa piacere vedere il sindaco, l'assessora Cepparello e i consiglieri comunali del partito democratico. Ma la giunta regionale a guida Pd deve fare ricorso, non possono esserci queste contraddizioni. In consiglio comunale continueremo a fare questa battaglia per fermare lo scempio delle colline". 

catena umana contro discarica limoncino 8-2

"Salvetti è il sindaco e in quanto tale deve tutelare la salute pubblica - attacca Andrea Romiti (Fratelli d'Italia). La nostra posizione è evidente: la Regione deve fare appello e ricorrere al Consiglio di Stato. È ingiustificabile però sentire un sindaco che anche oggi ripete 'chiedetelo al Pd'. Lui è stato eletto dal Pd e deve andare da Giani e dirgli di fare ricorso".

Chiara anche la posizione di Aurora Trotta (Potere al Popolo): "La sensibilità della Regione dovrebbe essere massima e deve dimostrare tutta la sua attenzione all'ambiente e al ciclo di rifiuti, soprattutto se anche l'Arpat nutre dubbi sulla discarica al Limoncino. Tali decisioni vanno difese in ogni grado della giustizia amministrativa mostrando 'senza se e senza ma' la vicinanza agli interessi di cittadini preoccupati per la tutela dell'ambiente e del proprio territorio, e che giustamente non credono che una discarica vada posta in un Parco Naturale o comunque nelle sue immediate vicinanze".

catena umana contro discarica limoncino 10-2

"Il presidente della Regione Toscana non pensi di trasformare Livorno in una pattumiera - il messaggio di Marcella Amadio, dirigente nazionale FdI -. La Regione deve fare ricorso contro la sentenza del Tar e non deve permettere questo scempio. Oggi, centinaia di livornesi hanno manifestato contro la discarica. Le istituzioni hanno il dovere di tutelare la salute dei cittadini del territorio".

"Come al solito il Pd e Salvetti fanno il gioco delle tre carte - rimarca infine Alessandro Perini (Lega) -: il Pd che ha voluto la discarica si presenta alla manifestazione contro la discarica, ma con esponenti che si dicono nuovi rispetto a questa vicenda; Salvetti che finge di non essere del Pd, ma che è stato candidato, eletto e governa proprio grazie al partito che finge di non conoscere. Non facciamoci confondere da questo gioco delle tre carte, quello che Salvetti e il Pd devono fare è chiaro: ricorrere al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar di riaprire parte della discarica. Il resto sono solo prese in giro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limoncino, catena umana contro la riapertura della discarica: "Giani fermi lo scempio". Salvetti: "Faremo ricorso al Consiglio di Stato"

LivornoToday è in caricamento