rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca Limoncino / Via del Limoncino

Limoncino, in discarica anche i rifiuti organici. Salvetti: "Quadro cambiato, ecco i nostri dubbi"

Il contributo istruttorio dell'amministrazione portato in conferenza dei servizi per l'eventuale rinnovo dell'Autorizzazione di impatto ambientale: "Bonifiche, Piano strutturale, tipologia di rifiuti, natura della strada: tutti elementi da rivalutare"

Un sito potenzialmente contaminato da sostanze cancerogene. Nato in un progetto di recupero ambientale, con il conferimento di rifiuti inerti e inorganici nella ex cava di Monte La Poggia e successivo ripristino ambientale, che di fatto si è invece trasformato in una discarica. Dove, a finirci, sono anche materiali a basso contenuto organico. E poi una strada, pensata pubblica e risultata invece privata, regolata da una sentenza che, inspiegabilmente, non viene rispettata. Perché tra i proprietari, o tra coloro che accampano diritti sulla stessa via e che nel frattempo sono variati, non c'è accordo.

Discarica Limoncino, tensioni e timore per l'ordine pubblico. Salvetti: "Ora può succedere di tutto"

Sta in questi termini, per dirla senza troppi giri di parole, la questione discarica Limoncino, affrontata ieri, giovedì 7 agosto, dal sindaco Luca Salvetti e dall'assessore all'Ambiente Giovanna Cepparello per illustrare il contributo tecnico istruttorio presentato in conferenza dei servizi lo scorso 30 marzo. "Qui – ha detto il sindaco – ci sono dubbi, perplessità e nuovi elementi emersi che hanno complicato il quadro di riferimento e utilizzo". Oltre a una situazione rischiosa anche per l'ordine pubblico, divenuta, "intollerabile. Non è possibile per una città come Livorno un confronto così, anche pericoloso, in una parte del territorio. Non vorrei vivere altri due anni e mezzo di mandato con questa situazione precaria e insostenibile".

cepparello salvetti limoncino-2

Ambiente, salute pubblica e strada: le partite che si giocano sulla discarica 

Quattro pagine di valutazioni, fatte dagli uffici competenti, nelle quali si chiedono chiarimenti e approfondimenti. "Io parto da un ragionamento di massima tutela della salute pubblica – ha spiegato Salvetti – e al momento non esistono situazioni che pongono rischi per la discarica". Eppure, nel contributo istruttorio, emerge anche questa preoccupazione quando si parla di bonifiche e della relazione presentata dalla stessa Livrea sulle potenziali contaminazioni nel sito. "C'è un quadro – ha precisato il sindaco – che con inerti e inorganici quel monte andava sistemato". "E non c'è una chiusura ideologica – ha aggiunto Cepparello – a un progetto di ripristino. Però questo impianto nacque per inerti e inorganici e fu presentato così anche alla politica, una cava da rimodellare con inerti . Un progetto su cui si espresse anche la Sovrintendenza. Ma la situazione,come dice anche Arpat, è cambiata, e così quella sulla strada ed altre ancora".

'No discarica a Limoncino', sabato 9 aprile camminata sul Monte La Poggia

Situazioni differenti che, secondo il Comune, suggeriscono quindi nuovi approfondimenti prima di eventuali nuove autorizzazioni. A partire da quella sulla strada, prettamente di natura privata ma fondamentale per l'amministrazione. "Al di là di come io la pensi, ed è noto, ci sono diritti veri o presunti che devono essere rispettati – ha quindi ripreso Salvetti –. C'è una sentenza che parla chiaro e dice che via del Limoncino è pubblica, i frontisti hanno diritto a regolamentarne l'uso che è invece inibito ai mezzi della società Bellabarba. Ma c'è da chiedersi chi sono i soggetti che vantano questi diritti e in quali termini. Dalle sentenze si evince che occorre un'autorizzazione privatistica".

Oggi, intanto, rappresentanti del comitato No discarica e cittadini comuni manifesteranno davanti a palazzo civico invocando l'intervento del sindaco attraverso gli strumenti da loro ritenuti possibili per fermare la discarica. "L'amministrazione sta facendo un discorso molto serio e di grande attenzione – ha concluso il sindaco -. È un processo difficile da recuperare, mi auguro nella buona volontà generale pur consapevole che questa cozza con gli interessi economici".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Limoncino, in discarica anche i rifiuti organici. Salvetti: "Quadro cambiato, ecco i nostri dubbi"

LivornoToday è in caricamento