rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Discarica Limoncino, è ancora alta tensione. Il sindaco Salvetti: "Interrompere i passaggi"

Nuovo scontro tra i rappresentanti di Livrea e il comitato No Discarica. Sindaco e assessore all'Ambiente: "Si segua la linea indicata dal questore: stop ai passaggi per 15 giorni, ma gli avvocati trovino un accordo in attesa di una sentenza definitiva"

Camion che arrivano, strada sbarrata, ambulanze e forze dell'ordine. Non si placa l'alta tensione per l'accesso dei camion dei rifiuti di Livrea alla discarica del Limoncino dopo i fatti dei giorni scorsi, con il comitato No discarica che aveva denunciato "spinte e aggressioni". Anche oggi, giovedì 24 marzo, le situazioni incandescenti non sono mancate. È pure intervenuto di persona il sindaco Luca Salvetti che, insieme all'assessore all'Ambiente, Giovanna Cepparello, ha avuto un confronto con il rappresentante dell'azienda, Andrea Campi. Il tutto a seguito della diffida della questura a conferire nei prossimi 15 giorni, disposizione emersa e comunicata anche nell'ambito di un incontro che c'è stato ieri, mercoledì 23, e in attesa che i legali delle parti interessate trovino un accordo sulla regolamentazione della strada privata che porta a Monte La Poggia. Il primo cittadino, quindi, si è presentato a Limoncino dopo l'arrivo di un altro camion colmo di rifiuti, pronto a superare il presidio dei rappresentanti del comitato e ad alimentare nuovamente la tensione.

Discarica Limoncino, gli attivisti fermano i camion e i rifiuti tornano indietro: "Presidio permanente" | Video

Ed è stato di nuovo scontro, nell'ambito del quale una donna è dovuta ricorrere alle cure del pronto soccorso per una lieve contusione. "Nell’ottica di una gestione che non arrivi a determinare situazioni a rischio per l'incolumità - ha detto il sindaco al rappresentante di Livrea -, vi chiedo di gestire i prossimi 15 giorni nel modo suggerito dal questore, ovvero interrompendo i passaggi fino a che la situazione della strada non sarà regolamentata, evitando di adottare decisioni unilaterali". Il rappresentante di Livrea ha spiegato più volte che "la discarica è autorizzata, basta leggere le carte. C'è un’attività in esercizio che non può fermarsi". A seguito di una diffida della questura, però, nell'attesa che le parti legali giungano ad un accordo, i camion con i rifiuti non dovrebbero più passare. Una diatriba tutt'altro che chiarita, con il presidio, nell'attesa, che continua a difendere i propri diritti. 

Salvetti: "Evitare atti unilaterali in attesa che un giudice si pronunci"

"Il questore - ha spiegato il sindaco Luca Salvetti al termine dell'incontro che si è tenuto ieri dopo l'intervento al Limoncino - ha confermato la posizione espressa dall'inizio, ovvero chiedere alle due parti di evitare atti unilaterali. Però i due avvocati devono parlarsi e definire ciò che può essere fatto in quella strada in questi 15 giorni, in attesa che un giudice si esprima in maniera definitiva. Il nostro intervento era volto proprio a questo, mi auguro - ha evidenziato - che presto si arrivi all'accordo e che questa storia che ha del paradossale si chiuda". Al questore "ho chiesto la sospensione di ogni tipo di arrivo nei prossimi due giorni - ha concluso -, ma ribadisco che i due legali devono dettare i tempi, soprattutto è necessario che qualcuno vada da un giudice affinché stabilisca chi ha il diritto e come deve esercitarlo". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica Limoncino, è ancora alta tensione. Il sindaco Salvetti: "Interrompere i passaggi"

LivornoToday è in caricamento